©U2place.com

U2place.com... a place where the wind calls your name...

Social Network

Entra a far parte di U2place.com, unisciti ai nostri Social Network!

Il forum

Entra a far parte di U2place.com Forum! La più grande community U2 al mondo è italiana!
Iscriviti gratuitamente al nostro forum.

Speciali

Vieni a scoprire tutte le rubriche, gli "specials" e le coreografie che U2place negli anni ha seguito e ideato!

U2place Mobile


Segui U2place anche in mobilità!

Bono acquista Forbes

Tags:

Da Repubblica.it:

"NEW YORK - Da leader degli U2, mitica band irlandese, a provetto editore. Se non è una riconversione, sicuramente è la scoperta di un nuovo amore quella che ha portato Bono Vox ad acquistare un pacchetto consistente dell'eredità Forbes e, nello specifico, la "quota" relativa all'editoria nella quale entrano di diritto la quasi centenaria rivista omonima - lanciata dal fondatore del gruppo - il sito web Forbes.com e una serie di periodici minori. Il 40 per cento circa di questo enorme patrimonio editoriale è confluito, venerdì scorso, nella società Elevation Partners di cui Bono è uno dei sei soci. La notizia viene pubblicata con evidenza dal New York Times che le dedica, ovviamente, ampio spazio.
A trattare l'affare con gli eredi Forbes non è stato direttamente il cantante irlandese - noto soprattutto per le battaglie contro il debito dei paesi del sud del mondo - ma il socio Roger McNamee secondo il quale l'acquisto del gruppo editoriale non è affatto una "misera" questione di soldi. Secondo McNamee, entrare a far parte della famiglia editoriale Forbes, è una vera e propria "fonte di conoscenza e informazione". E, di conseguenza, di potere.

Certo è che i termini dell'accordo economico non sono stati resi pubblici anche se si parla di una cessione del 40% del gruppo editoriale americano per il quale la Elevation Partners avrebbe sborsato tra i 250 e i 300 milioni di dollari. Le trattative, durate parecchie settimane, si sono concluse venerdì scorso con la firma dell'accordo.
Anche se Bono non è stato coinvolto direttamente nella transazione, sembra che il suo interesse per la "Forbes editrice" sia dovuto alla sinergia tra mezzo cartaceo e sito web. In particolare Forbes.com sembra rivelarsi una vera e propria miniera: sul sito - che conta dieci milioni di utenti unici, secondo i dati di comScore Media Metrix - negli anni '90 l'editore ha investito dieci milioni di dollari in tecnologia. Investimento che oggi si rivela azzeccato soprattutto per il ritorno pubblicitario. Se infatti, scrive il
NYT, è davvero difficile che il magazine cartaceo torni ai fasti degli anni '90, periodo in cui era la prima rivista economica americana, il sito web ha tutte le potenzialità per un vero e proprio boom.
L'interesse di Bono per un periodico che celebra lusso e ricchezza, spiega sempre il quotidiano di Manhattan, farà sicuramente saltare la mosca al naso a qualcuno. Lo scorso giugno, tra l'altro, Forbes ha assegnato il quarto posto della lista dei 100 personaggi più ricchi del pianeta proprio alla band di Bono. Patrimonio di un anno: 100 milioni di dollari. Quarti dopo Tom Cruise, Rolling Stones, Oprah Winfrey.
"Non è detto che la rivista debba seguire le battaglie politiche di Bono", si appresta a ribattere McNamee. Certo è che, c'è da scommetterci, la popstar non sarà più costretta - come è accaduto nel maggio scorso - a improvvisarsi direttore del quotidiano
The Indipendent per promuovere la campagna "Red" contro la diffusione dell'Aids nel continente africano. La metà delle vendite del quotidiano venne devoluta al progetto. Da domani Bono avrà più di una testata giornalistica per diffondere le proprie idee in fatto di solidarietà sociale."

Scritta da: Rudy il 07/08/2006

©U2place.com Fans Club 1999-2016 - Creato da Rudy Urbinati
La community online più famosa e più importante in Italia sugli U2

Tutti i contenuti di U2place possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre U2place.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.U2place.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di U2place.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a u2place@gmail.com. U2place non � responsabile dei contenuti dei siti in collegamento, della qualità o correttezza dei dati forniti da terzi. Si riserva pertanto la facoltà di rimuovere informazioni ritenute offensive o contrarie al buon costume. Eventuali segnalazioni possono essere inviate a u2place@gmail.com