©U2place.com

U2place.com... a place where the wind calls your name...

Social Network

Entra a far parte di U2place.com, unisciti ai nostri Social Network!

Il forum

Entra a far parte di U2place.com Forum! La più grande community U2 al mondo è italiana!
Iscriviti gratuitamente al nostro forum.

Speciali

Vieni a scoprire tutte le rubriche, gli "specials" e le coreografie che U2place negli anni ha seguito e ideato!

U2place Mobile


Segui U2place anche in mobilità!

Gli U2 presto in Studio?

Tags: u2, where the streets have no name, new album, music

c7jgiu5vwaauvfvda un tweet di Ryan Tedder

In una recente intervista pubblicata oggi da Rockol.it, Ryan Tedder frontman degli One Republic, si è espresso così, come da estratto dell'articolo

Lavorare con una band come gli U2, che ha dinamiche interne consolidate, è piuttosto difficile, ammette Tedder che ha collaborato alla produzione di “Songs of innocence” e “Songs of experience”. In questi due casi, Ryan ha ricevuto quote come produttore, ma non compare come autore anche se, ci racconta, lui e Brent Kutzle, altro membro degli OneRepublic, hanno scritto una parte di “Summer of love” in Italia, a Venezia. “Bono e The Edge sono come direttori d’orchestra. Ascoltano i provini e assemblano le canzoni prendendo la melodia da un demo, gli accordi da un altro, gli archi da un terzo provino. Con loro una canzone non è mai finita. Passi tre mesi a lavorare su un pezzo, ti congedi e tutti sembrano soddisfatti del risultato. Bono e gli altri se ne vanno a Èze, in Francia, passano tre settimane e ti chiamano [imita la voce di Bono]: ‘Ryan Ryan, stiamo pensando di accelerare la canzone e magari metterci qualcosa di punk, tipo una nuova linea di basso. Ah, sì, un’altra cosa: ho riscritto completamente il testo’. E questa cosa succede con tutti i pezzi! Gli U2 sono il miglior gruppo del pianeta, ma con loro capita non di rado di produrre 70 versioni di una sola canzone”.

La collaborazione di Ryan Tedder con gli U2 continua in vista del prossimo album degli irlandesi. “Ho parlato con loro giusto la scorsa settimana. Lavoreremo assieme a qualche nuovo pezzo quando sarò a Los Angeles. Credo sia loro intenzione fare un disco completamente diverso dagli ultimi due. Sarà più semplice. Sai, è come un pendolo. Quando fai un album molto prodotto, con dentro tanti strumenti, il progetto successivo lo vuoi più scarno e ti domandi: e se il disco avesse il sound di quattro musicisti che suonano in una stanza?”.

L'articolo completo qui

2014u2_getty476238401_10030314-1

Scritta da: Staff il 24/09/2019

©U2place.com Fans Club 1999-2016 - Creato da Rudy Urbinati
La community online più famosa e più importante in Italia sugli U2

Tutti i contenuti di U2place possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre U2place.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.U2place.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di U2place.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a u2place@gmail.com. U2place non � responsabile dei contenuti dei siti in collegamento, della qualità o correttezza dei dati forniti da terzi. Si riserva pertanto la facoltà di rimuovere informazioni ritenute offensive o contrarie al buon costume. Eventuali segnalazioni possono essere inviate a u2place@gmail.com