©U2place.com

U2place.com... a place where the wind calls your name...

Social Network

Entra a far parte di U2place.com, unisciti ai nostri Social Network!

Il forum

Entra a far parte di U2place.com Forum! La più grande community U2 al mondo è italiana!
Iscriviti gratuitamente al nostro forum.

Speciali

Vieni a scoprire tutte le rubriche, gli "specials" e le coreografie che U2place negli anni ha seguito e ideato!

U2place Mobile


Segui U2place anche in mobilità!

U2 Songs of Experience: su Amazon Italia sono già pronti i pre-ordini

u2-songs-of-experience-rumorcover

Il mondo dei fan degli U2 si sta avvicinando sempre di più al prossimo album degli U2, Songs of Experience, la cui uscita è prevista da settimane, per l'1 dicembre 2017.
In questi ultimi giorni di ottobre e nelle ultime settimane sono emerse notizie ed informazioni sempre più dettagliate sul contenuto del disco attraverso interviste, dichiarazioni e anticipazioni che gli U2, tramite Bono, The Edge e Adam Clayton hanno contribuito ad alimentare.
Da ieri, 21 ottobre, sono comparsi su Amazon Italia i link per acquistare varie versioni di Songs Of Experience e come data di pubblicazione compare: 1 dicembre 2017. Non è stato ancora dato nessuno annuncio ufficiale da parte della band e non ci sono ancora notizie sui contenuti delle versioni. Ad oggi è possibile preordinare quattro tipi di album che trovate nell'elenco qui sotto con i relativi link:

Triplo vinile: http://amzn.to/2gysB1W
Doppio vinile: http://amzn.to/2gzmmLc
Cd Deluxe: http://amzn.to/2l67xRI
Cd Singolo: http://amzn.to/2yXH9PY

 

Scritta da: Staff il 22/10/2017

U2Jt Tour 2017, foto e racconto del secondo concerto da San Paolo

cattura

Link per sentire il concerto in diretta: http://mixlr.com/sil-rigote--2/

SETLIST SAN PAOLO 21 ottobre

01. Sunday Bloody Sunday
02. New Year's Day
03. Bad
04. Pride (In The Name Of Love)
05. Where The Streets Have No Name
06. I Still Haven't Found What I'm Looking For
07. With Or Without You
08. Bullet The Blue Sky
09. Running To Stand Still
10. Red Hill Mining Town
11. In God's Country
12. Trip Through Your Wires
13. One Tree Hill
14. Exit
15. Mothers Of The Disappeared
16. Beautiful Day
17. Elevation
18. Vertigo
19. You're The Best Thing About Me
20. Ultraviolet

Ore 00.25, Noel termina il suo concerto, adesso si sistema il palco e a breve sarà tutto pronto per la seconda data brasiliana, siamo verso la fine del Joshua Tree Tour. La presenza di molte telecamere confermano che la serata sarà registrata, così come successo a San Diego ed a Città del Messico.

Ore 01.13 i Waterboys risuonano, ci siamo, gli U2 stanno per salire sul palco ed alle 1.15 ecco Larry: Sunday Bloody Sunday e il concerto inizia ed è già calore dentro il Morumbi, sentiamo alzarsi poderosi i cori dei fan brasiliani.
E si prosegue con New Year's Day, il nostro sound e durante il pezzo Bono presenta la band.
Bad! che inizia sul coro U2-U2-U2-U2-U2. Bono saluta i presenti con: Molto obrigado Brazil! E' una Bad d'altri tempi, lunga e con lungo snippet di David Campbell's Waters of March e poi lo scivolo verso IL disco è Pride.

catturatweet ju_mrossi via U2start, lo stage è tutto rosso

E poi è Joshua Tree, cori alti dai brasiliani, che si interrompono solo con l'inizio di Where The Streets Have No Name, ed all'interno dello stadio è vera magia. Un delirio durante la canzone ed un'ovazione al termine! Quindi è il turno di I Still Haven't Found seguita da With Or Without You.
Quindi si viene sbalzati in aria sulle note di Bullet The Blue Sky, splendida dall'inizio alla fine. Il filtrofiore scaldastomaco è rappresentato da Running To Stand Still, sempre STRAORDINARIA, adorazione all'interno del Morumbi dove i fan accompagnano Bono fino all'armonica, che si ascolta in religioso silenzio.
Red Hill Mining Town, un rosolio per le orecchie, dolcemente cantata da Bono e ritmata da Larry, verso la fine anche rullante. E' un pezzo che nobilita, gentile ed evocativo.

Al termine Bono annuncia Ben vindo ao lado B de Joshua Tree, in tutte le lingue il disco è benvoluto in tutto il mondo, In God's Country, il pezzo di Edge che ci esalta ogni volta, il suo assolo è favoloso. Trip Through Your Wires e One Tree Hill, ascoltate in successione, come fossimo nel nostro divano di casa, traccia otto e nove di Joshua Tree. Edge è FANTASTICO, così come il pubblico del Morumbi, che accompagna sempre Bono they run together to the sea.
Exit e Shadow Man, colorano i prossimi 5 minuti. Splendida!

E si va verso la fine del disco con Mothers Of The Disappeared, favolosa chiusura con i brasiliani che al termine spengono la canzone e la prolungano ancora con i cori.

catturaTweet di ricardorpucci via U2Start

Ore 2.36 gli U2 tornano sul palco per Beautiful Day seguita da Elevation. Quindi un paio di I Can't Get No precedono Vertigo.
You're The Best Thing About Me
prima di Ultraviolet, come sempre dedicata alle donne importanti della nostra vita.
Il concerto termina con One. Domani sera penultima data del Joshua Tree Tour, sempre dal Morumbi di San Paolo! Buona domenica a tutti i fan U2

catturatweet percivalli via U2start, Ultraviolet

catturatweet andreiap_rocha, via U2start, Morumbi di San Paolo il 21 ottobre 2017

Scritta da: Staff il 22/10/2017

U2 The Joshua Tree Tour a San Paolo del Brasile: la setlist della prima notte

u2-brasile1

Gli U2 hanno terminato da poco il primo show del Joshua Tree Tour in Brasile, dei quattro previsti, a San Paolo. Ecco le canzoni suonate, durante la giornata seguiranno aggiornamenti con foto e video:

Sunday Bloody Sunday
New Year's Day
O Alquimista (snippet) / Bad / Heroes (snippet)
Pride (In The Name Of Love)
Where The Streets Have No Name / California (There Is No End To Love) (snippet)
I Still Haven't Found What I'm Looking For
With Or Without You
Bullet The Blue Sky / The Star-Spangled Banner (snippet) / War (snippet) / America (West Side Story) (snippet)
Running To Stand Still
Red Hill Mining Town
In God's Country
Trip Through Your Wires
One Tree Hill
Exit / Wise Blood (snippet) / Eeny Meeny Miny Moe (snippet)
Mothers Of The Disappeared

encore(s):
Beautiful Day / Starman (snippet)
Elevation
Vertigo / Rebel Rebel (snippet)
You're The Best Thing About Me
Ultra Violet (Light My Way)
One / Invisible (snippet)

Scritta da: Staff il 20/10/2017

Bono rivela ulteriori dettagli di Songs of Experience

u2-joshua-tree

Ieri è andata in onda l'intervista di Bill Flanagan a Bono durante lo show "Written in My Soul" trasmesso sulla radio satellitare Sirius XM. L'intervista originale risale a fine agosto, periodo in cui è stato pubblicato il video di The Blackout, ma è stata trasmessa per la prima volta ieri. Ecco un breve riassunto dei punti salienti:

  • Ci sarà una nuova canzone nella versione "deluxe" di Songs of Experience, si chiamerà "The Book of Your Heart" e parla di aiutare il proprio partner ad attraversare le difficoltà della vita e viceversa. Non sarà presente nella release finale dell'album ma solo nella versione deluxe.

  • "Lanlady" è un brano sull'aiuto di Ali per Bono quando è iniziata l'avventura con gli U2.

  • "Summer of Love" è una canzone sexy. Parla di una coppia che parla di trasferirsi in California ma in realtà diventa una canzone sui sogni infranti dei rifugiati, in cerca di una vita migliore. Nel testo Bono parla della sua casa ad Eze, sul Mediterraneo, lo stesso mare che dalla parte opposta vede i rifugiati morire in cerca di una vita migliore nel cercare di raggiungere l'Europa.

  • "Love is Bigger Than Anything In Its Way" tratta della vita che Bono conduce nella sua villa a Killiney, a sud di Dublino. La canzone è una lettera ai suoi figli, immaginandola come se fosse l'ultima cosa che vorrebbe dirgli. "The door is open for you to go through. If I could I would come too. But the path is made by you as you’re walking. Start singing stop talking. If I can only listen to what I say. Love is bigger than anything in its way. So young to be the words of your own song. I know the rage in you is strong. So write a world where we can belong to each other, and sing it like no other. I could listen to what I say. Love is bigger than anything in its way”.

  • “American Soul” sarà dopo il brano “Get Out of Your Own Way”.

  • “Summer of Love” sarà dopo “American Soul”.

  • “The Showman” sarà la penultima prima di “The Little Things that Give You Away”.


La versione "studio" di The Blackout è stata trasmessa per 45 secondi durante la pubblicità della trasmissione. L'annuncio di Songs of Experience è atteso entro la fine di ottobre mentre la data prevista di pubblicazione rimane ancora quella di qualche settimana fa: 1 dicembre 2017.

Fonte: U2songs.com

Scritta da: Staff il 19/10/2017

U2 The Joshua Tree Tour 2017 a Santiago del Cile: setlist, foto e racconto

u2santiago
Foto U2Chile

Da poco terminato uno storico concerto a Santiago del Cile allo "Estadio Nacional". Prima dello show è stato eseguito un soundcheck con New Year's Day, Mysterious Ways e Where The Streets Have No Name. L'ultima apparizione di Mysterious Ways risale però al concerto di Minneapolis dell'8 settembre.
Durante 'One Tree Hill', grande commozione durante la strofa 'Jara sang, his song a weapon' in riferimento al poeta cileno Victor Jara, assassinato l'11 settembre 1973.

Ecco le canzoni suonate:

Sunday Bloody Sunday
New Year's Day
Bad / Gracias A La Vida (snippet)
Pride (In The Name Of Love)
Where The Streets Have No Name
I Still Haven't Found What I'm Looking For
With Or Without You
Bullet The Blue Sky / Black Dog (snippet) / War (snippet) / America (snippet)
Running To Stand Still
Red Hill Mining Town
In God's Country
Trip Through Your Wires
One Tree Hill
Exit / Wise Blood (snippet) / Eeny Meeny Miny Moe (snippet)
Mothers Of The Disappeared / El Pueblo Vencera (snippet)

encore(s):
Beautiful Day / Starman (snippet)
Elevation
Vertigo / It's Only Rock 'n' Roll (But I Like It) (snippet)
You're The Best Thing About Me
Ultra Violet (Light My Way)
One / Invisible (snippet)

u2-chile-3 u2-chile-2 u2-chile-1

Scritta da: Staff il 15/10/2017

Santiago del Cile & U2

hqdefault

Il meraviglioso The Joshua Tree Tour volge al suo termine, siamo nel cuore del Sud America e stanotte gli U2 suoneranno a Santiago del Cile, città a circa 500 metri sul livello del mare, con area metropolitana di oltre sei milioni di abitanti ed una con la migliore qualità della vita dell'intero continente sud americano. Gli U2 suoneranno per la quarta volta, sempre all'Estadio Nacional e sono state sempre serate all'insegna del calore e della passione per la nostra band

La storia inizia l'11 febbraio 1998, nell'ultima leg del Popmart Tour, appena dopo i concerti brasiliani organizzati dal grande Fran Tomasi, tutti esordi nel continente.
Questo concerto era talmente atteso che fu trasmesso in diretta nello Stato del Cile. Questa la setlist intera: Mofo, I Will Follow, Gone, Even Better Than The Real Thing, Last Night On Earth, Until The End Of The World, New Year's Day, Pride, I Still Haven't Found, Bad/All I Want Is You, Staring At The Sun, Sunday Bloody Sunday, Bullet The Blue Sky, Please, Where The Streets Have No Name encore(s) Discoteque, If You Wear That Velvet Dress, With Or Without You, Hold Me Thrill Me Kiss Me Kill Me, Mysterious Ways, One, Mothers Of The Disappeared.
E proprio sull'ultimo pezzo si consuma uno dei momenti culmine della carriera live degli U2, quando Bono fa salire decine e decine di madri con il cartello e le fa sfilare per pronunciare il nome del famigliare scomparso. Orgoglio cileno, orgoglio U2, momento di orgoglio nostro da fan.

file_20062275918

Altra magica notte il secondo concerto in terra cilena, era il 26 febbraio 2006, quarta leg del Vertigo Tour. Ancora un fantastico ricordo lasciato dalla nostra band, che riesuma Mothers Of The Disappeared nuovamente, che ritorna in scaletta dopo l'ultima sua presenza, proprio a Santiago del Cile nel 1998.
Stavolta suonata acustica, solo Bono ed Edge sul palco, con il nostro chitarrista intento a suonare il charango, tradizionale strumento sud americano, con quel tipico sound ripreso dalla canzone.
Emozionante!

5561905672_1d64520267_b

L'ultima nottata in terra cilena risale al 25 marzo 2011, esordio della sesta leg del lunghissimo 360 Tour, sempre all'Estadio Nacional. Stavolta la sorpresa è rappresentata addirittura da One Tree Hill, in una delle rarissime proposizioni in trent'anni di vita. Sul palco anche la bella Francisca Valenzuela. Emozione già dalle prime note. Il pezzo timbro dello Stato, Mothers Of The Disappeared, viene invece accennato alla chitarra da Bono prima di mammasantissima Where The Streets Have No Name, sul finale del concerto. Fantastico!
Questa la setlist completa della serata: Gracias A La Vida / Beautiful Day, I Will Follow, Boots, Magnificent, Mysterious Ways, Elevation, Until The End Of The World, I Still Haven't Found, One Tree Hill, Pride, In A Little While, Miss Sarajevo, City Of Blinding Lights, Vertigo, Crazy, Sunday Bloody Sunday, Scarlet, Walk On encore(s), One, Mothers Of The Disappeared/Where The Streets Have No Name, Hold Me Thrill Me Kiss Me Kill Me, With Or Without You, Moment Of Surrender.

Si torna stanotte, l'albero termina proprio con Mothers Of The Disappeared, noi ci saremo in diretta ad ascoltare e raccontare una serata destinata ad essere ricordata in futuro. Cari fan, la miglior band al mondo, in uno dei concerti finali di un Tour che ricorderemo per sempre.

hqdefault-1

fonti, U2gigs e varie ricerche web.

Scritta da: Staff il 14/10/2017

U2 The Joshua Tree Tour Buenos Aires 2: la setlist, le foto e il racconto

1cc00559-58cd-46b8-8ffb-00686cb8bc43

È da poco terminato il secondo show degli U2 a Buenos Aires, Argentina. La setlist questa sera è stata praticamente identica alla serata precedente a parte l'ultimo brano che gli U2 hanno aggiunto, I Will Follow. Bono ha esordito dicendo "il nostro primo singolo con Island Record", anche se in realtà è stato "11 O'Clock Tick Tock" (il primo in assoluto è stato A Day Without Me con la CBS).

All'inizio di Bad Bono ha cantato un verso di "Into the Mystic" di Van Morrison e ha successivamente citato il famoso autore argentino Jorge Luis Borges nel poema "El Amenazado", inizialmente in spagnolo e poi in inglese. Durante With or Without You è salita una ragazza, Gabriela, sul palco.

 

La setlist completa è stata:

Sunday Bloody Sunday
New Year's Day
Into The Mystic (snippet) / El Amenazado (snippet) / Bad
Pride (In The Name Of Love)
Where The Streets Have No Name / California (There Is No End To Love) (snippet)
I Still Haven't Found What I'm Looking For
With Or Without You
Bullet The Blue Sky / The Star-Spangled Banner (snippet) / America (snippet)
Running To Stand Still / Hallelujah (snippet)
Red Hill Mining Town
In God's Country
Trip Through Your Wires
One Tree Hill
Exit / Wise Blood (snippet) / Eeny Meeny Miny Moe (snippet)
Mothers Of The Disappeared / El Pueblo Vencera (snippet)

encore(s):
Beautiful Day
Elevation
Vertigo / My Generation (snippet) / She Loves You (snippet)
You're The Best Thing About Me
Ultra Violet (Light My Way)
One / Invisible (snippet)
I Will Follow

Foto, video e racconto della serata in giornata

19b63e96-7a72-4efc-8003-ece494f239d1

Scritta da: Staff il 12/10/2017

“You’re The Best Thing About Me” per il Black Friday

u2-best-thing-about-me-cover-single

In occasione del prossimo Black Friday a fine novembre gli organizzatori dell’evento mondiale del Record Store Day pare abbiano intenzione di coinvolgere ancora una volta gli U2 per la pubblicazione di un singolo in vinile.

Come avvenuto già ad aprile di quest’anno sembra che gli U2 abbiano deciso di pubblicare un’edizione limitata (2000 copie) di “You’re The Best Thing About Me” da 7” o 12” in vinile per il Record Store Day di fine novembre.
Per ora sembra che il singolo verrà venduto principalmente nel mercato USA con poche copie distribuite anche a livello internazionale.

Il singolo dovrebbe contenere anche una b-side che ancora non è stata resa nota. Ulteriori informazioni e conferme ufficiali della band verranno rese note nel prossimi giorni.

Entro la fine del mese di ottobre ci aspettiamo inoltre la pubblicazione di un nuovo singolo per il lancio di “Songs of Experience” e, stando a quanto raccontato nei giorni scorsi, dovrebbe trattarsi proprio di un brano chiamato “Get Out Of/On Your Own Way”

fonte: U2Songs.com

Scritta da: Staff il 11/10/2017

U2 Songs of Experience: sarà questa la tracklist definitiva?

170724_u2_songs_of_experience_september

Mancano meno di due mesi all’uscita di Songs of Experience, il nuovo album degli U2.
In questi mesi anche la band stessa ha confermato che il nuovo album verrà pubblicato a dicembre e i rumors più affidabili parlano proprio del’1 dicembre 2017.
In queste ore sta circolando in rete quella che dovrebbe essere la tracklist definitiva... in attesa di conferme ufficiali leggiamo i titoli (presunti) del prossimo Songs of Experience degli U2

1) Love is all we have left
2) You’re The Best Thing About Me
3) Summer of Love
4) Much more better
5) A Showman
6) Red Flag Day
7) The Light to home
8) American Soul
9) Love is bigger then anything in it's way
10) The Blackout
11) Get out of your own way
12) The Little Things that give you way

Scritta da: Staff il 11/10/2017

U2JtTour 2017, primo concerto in Argentina, setlist, foto e racconto

catturatweet Cleabyteclearte

Setlist La Plata 11 ottobre

01. Sunday Bloody Sunday
02. New Year's Day
03. Bad
04. Pride
05. Where The Streets Have No Name
06. I Still Haven't Found What I'm Looking For / Stand By Me
07. With Or Without You
08. Bullet The Blue Sky
09. Running To Stand Still
10. Red Hill Mining Town
11. In God's Country
12. Trip Through Your Wires
13. One Tree Hill
14. Exit
15. Mothers Of The Disappeared
16. Beautiful Day
17. Elevation
18. Vertigo
19. You're The Best Thing About Me
20. Ultraviolet
21. One

 

U2 on stage dopo la partita dell'Argentina, trasmessa in diretta anche negli schermi del meraviglioso stage di questo Joshua Tree Tour.
Siamo insonni, cosa c'è di meglio che convivere la nottata ascoltando un concerto degli U2 in diretta?
La nostra cronaca inizia da Where The Streets Have No Name, l'ambiente a La Plata è incendiario e Bono lo cavalca. Dopo I Still Haven't Found, snippet di Stand By Me a sorpresa.
With Or Without You ed a seguire Bullet The Blue Sky. Contempla lo snippet di America e quest'anno termina con una nuova stimolante soluzione-Edge.

Cala il silenzio nella venue, Running To Stand Still  che termina sempre con quella parte di armonica che ti lascia senza parole. Come da manuale è seguita da Red Hill Mining Town e ci lasciamo trasportare.
Bono annuncia: Lato B Amigos, que siga la fiesta.. In God's Country, scorre veloce ma nella venue si è in adorazione. Subito dopo Trip Through Your Wires, seguita dalla magia di One Tree Hill.

Mini pausa, Bono si prepara e torna sul palco Shadow Man per Exit, pubblico rapito. Solito snippet Eeny Meeny Miny Moe e si va a chiudere il disco più bello della storia con Mothers Of The Disappeared, che qui in Argentina suonerà sempre in modo diverso. Bono introduce il pezzo: for those in Argentina fighting for human rights past and present, we sing this for you.

El pueblo vencerà altissimo dagli Argentini, un momento fantastico! Gli argentini accompagnano la canzone con un flashmob formato da drappi bianchi.

catturatweet Lau.porfirio

Gli encore(s) iniziano con Beautiful Day ed Elevation e Vertigo. Nella venue si salta anche durante lo snippet Rebel.
Ci sono forti problemi con l'audio dalla venue, adesso è il turno di You're The Best Thing About Me, seguita da Ultraviolet. La prima dedicata alla grande donna che vive con noi, la seconda invece è per tutte le grandi donne in generale, mogli, fidanzate, figlie.

Il concerto volge al termine, è il turno di One. Alla fine Bono esclama: What a crowd, what a night you are given for us e stappa una bottiglia di champagne dedicandola a Lionel Messi.

Sono le 5.22 orario italiano e termina il concerto, domani sera si replica da La Plata!

 

catturatweet di rossandrewstewart

u2-argentina1

Scritta da: Staff il 11/10/2017

U2 The Joshua Tree Tour Bogotà: la setlist della prima volta in Colombia

u2-colombia
Foto @jrodriguezk

Gli U2 hanno suonato per la prima volta in assoluto a Bogotà, in Colombia.
Ecco le canzoni suonate:

Sunday Bloody Sunday
New Year's Day
Bad / Heroes (snippet)
Pride (In The Name Of Love)
Where The Streets Have No Name / California (There Is No End To Love) (snippet)
I Still Haven't Found What I'm Looking For
With Or Without You
Bullet The Blue Sky
Running To Stand Still
Red Hill Mining Town
In God's Country
Trip Through Your Wires
One Tree Hill
Exit / Wise Blood (snippet) / Eeny Meeny Miny Moe (snippet)
Mothers Of The Disappeared

encore(s):
Beautiful Day / Whenever, Wherever (snippet)
Elevation
Vertigo / Rebel Rebel (snippet)
You're The Best Thing About Me
Ultra Violet (Light My Way)
One / Invisible (snippet)

U2-bogota

U2-bogota


Scritta da: Staff il 08/10/2017

In arrivo un nuovo singolo degli U2, girato il video a Città del Messico

22221860_2031670863733792_6752317120063475786_n


E' notizia di oggi secondo cui gli U2, in questi giorni a Città del Messico, avrebbero girato un video di quello che pare sarà il prossimo singolo degli U2 prima della pubblicazione di Songs of Experience.

Il titolo del brano sarà con buona probabilità: Get Out On Your Own Way.

Secondo un giornale locale di Città del Messico il video è stato girato da Anton Corbjin con gli U2 impegnati tra le 17.30 e le 22.00 di sera. L'articolo del giornale è accompagnato da numerose foto che mostrano la band suonare in uno spazio aperto, Bono indossa una giacca e un cappello simile a quello usato per interpretare "Shadow Man" durante la Exit 2017.

Per ora non ci sono notizie ufficiali e nemmeno una data definitiva di quando verrà pubblicato il video o il singolo in questione, anche se molto probabilmente ci aspettiamo che entro la fine del mese gli U2 ufficializzeranno l'uscita di Songs of Experience e di tutti i dettagli relativi all'album (e al singolo menzionato).



22279610_2031670990400446_8403433204549787617_n

22196291_2031670920400453_7034239778964614116_n

22221860_2031670863733792_6752317120063475786_n

22228334_2031677960399749_9119936498731056993_n

u2-get-out-of-your-own-way

Scritta da: Staff il 06/10/2017

Disponibile su U2.com il download dei vinili in regalo agli iscritti

u2-digital-downloads-u2com-subscribers


Vi ricordate il regalo di U2.com dopo l'iscrizione al sito per il 2017? Qualcuno sì... tempo fa U2.com vi aveva chiesto se volevate ricevere a casa i quattro vinili di With Or Without You, I Still Haven't Found What I'm Looking For, Where The Streets Have No Name, In God's Country.

Da quel momento non si è più saputo nulla e oggi U2.com informa i fan iscritti al sito che intanto è disponibile il download digitale dei vinili e nelle prossime settimane cominceranno le spedizioni dei supporti fisici come promesso.

Per scaricare intanto il contenuto dei vinili basta andare sul proprio profilo personale su U2.com e selezionare la voce in basso a sinistra "Download all 8 songs from ‘The Joshua Tree Singles Vinyl Collection: 1987 & 2017’ (83MB zip file)"

I vinili saranno 4, come nella foto e il contenuto sarà suddiviso tra Lato A e Lato B con due canzoni in totale per disco. Saranno le quattro versioni dei brani più le quattro versioni degli stessi brani dal vivo durante questo The Joshua Tree Tour 2017

1. With Or Without You – Remastered
2. With Or Without You (Live from The Joshua Tree Tour 2017 Recorded at Gillette Stadium, Boston, MA on the 25th June 2017)

3. I Still Haven't Found What I'm Looking For - Remastered
4. I Still Haven't Found What I'm Looking For (Live from The Joshua Tree Tour 2017 Recorded at FedEx Field, Washington, DC on the 20th June 2017)

5. Where The Streets Have No Name - Remastered
6. Where The Streets Have No Name (Live from The Joshua Tree Tour 2017 Recorded at Papa John's Cardinal Stadium, Louisville, KY on the 16th June 2017)

7. In God's Country - Remastered
8. In God's Country (Live from The Joshua Tree Tour 2017 Recorded at The Hard Rock Stadium, Miami, FL on the 11th June 2017)

Scritta da: Staff il 06/10/2017

Gli U2 pubblicano un altro video di "You're The Best Thing About Me"

the-best-thing-tatia-video

Gli U2 hanno appena pubblicato un altro video di  "You're The Best Thing About Me", il quarto video di questo singolo dopo il video iniziale con i testi, quello recente ambientato a New York e quello pubblicato da Dj Kygo con il remix della canzone stessa.

Questo video si concentra sul tema del testo inteso come il significato e il messaggio che Bono e la band vogliono lasciare. Il regista del video è Tatia Pilieva e racconta la storia d'amore di varie coppie o famiglie intervistate nel loro contesto di vita.

Ecco il video:

Scritta da: Staff il 05/10/2017

U2 Joshua Tree Tour 2017: la seconda data a Città del Messico

u2-Mexico-city

u2-Mexico

È terminato in questo istante il secondo concerto del The Joshua Tree Tour 2017 a Città del Messico.
Un’altra storica serata per gli U2 e i fan messicani questa volta con un’altra sorpresa.
Dopo ‘Spaniah Eyes’ suonata nella prima data è la volta di ‘Sweetest Thing’.
Ecco la setlist completa

Sunday Bloody Sunday
New Year's Day
Bad
Pride (In The Name Of Love)
Where The Streets Have No Name / California (There Is No End To Love) (snippet)
I Still Haven't Found What I'm Looking For
With Or Without You
Bullet The Blue Sky
Running To Stand Still
Red Hill Mining Town
In God's Country
Trip Through Your Wires
One Tree Hill
Exit / Wise Blood (snippet) / Eeny Meeny Miny Moe (snippet)
Mothers Of The Disappeared

encore(s):
Beautiful Day
Elevation
Vertigo
You're The Best Thing About Me
Ultra Violet (Light My Way)
One
Sweetest Thing

u2-Mexico-city

Scritta da: Staff il 05/10/2017

U2 in lizza in due categorie ai prossimi MTV EMA

maxresdefault

Buone notizie sul fronte awards, gli U2 sono in nominations in due categorie nei prossimi MTV EMA Awards.
La Best Live dove gareggeranno con Bruno Mars, Coldplay, Ed Sheeran e Eminem e nella categoria Best Rock, ancora con i Coldplay ed in aggiunta i Foo Fighters, Royal Blood e The Killers.

Votazioni  tramite il sito mtvema.com e serata di premiazione il 12 novembre presso la SSE Arena di Wembley a Londra.

mtv-ema-londra

fonte atU2

 

Scritta da: Staff il 04/10/2017

U2 The Joshua Tree Tour 2017: la prima data a Città del Messico

u2-mexico-city
Foto @ireryzarco

E' da poco terminata la prima delle due date degli U2 previste a Città del Messico, una grande novità rispetto alle date di questo tour è l'inserimento di una storica b-sides di Joshua Tree: Spanish Eyes. Ecco le canzoni suonate:

Sunday Bloody Sunday
New Year's Day
Bad / Cielito Lindo (snippet)
Pride (In The Name Of Love)
Where The Streets Have No Name / California (There Is No End To Love) (snippet)
I Still Haven't Found What I'm Looking For
With Or Without You
Bullet The Blue Sky / The Star-Spangled Banner (snippet) / War (snippet) / America (West Side Story) (snippet)
Running To Stand Still
Red Hill Mining Town
In God's Country
Trip Through Your Wires
One Tree Hill
Exit
Mothers Of The Disappeared

encore(s):
Beautiful Day
Elevation
Vertigo / Rebel Rebel (snippet)
You're The Best Thing About Me
Ultra Violet (Light My Way)
One / Drowning Man (snippet)
Spanish Eyes

Scritta da: Staff il 04/10/2017

U2 You’re The Best Thing About Me in versione acustica

Best-thing-About-me-single-acoustic

Gli U2 hanno pubblicato oggi un’altra versione di “You’re The Best Thing About Me” dopo quella “ufficiale” uscita il 6 settembre e dopo quella remix con Dj Kygo.

Si tratta questa volta di una versione acustica ed è acquistabile su iTunes o in alternativa è possibile ascoltarla in streaming su Spotify

Dopo tre settimane dalla pubblicazione della prima versione “studio” e dalla successiva versione remix con Dj Kygo questa è la terza versione del brano. Esiste in realtà anche una quarta versione “sci-fi” non ancora resa ufficiale.

 

Scritta da: Staff il 29/09/2017

U2, guarda il video ufficiale di You’re The Best Thing About Me

yatbtam1

Gli U2 hanno appena pubblicato il video ufficiale di You’re The Best Thing About Me, primo singolo di Songs of Experience in uscita a dicembre

Scritta da: Staff il 27/09/2017

Prime analisi sul rendimento vendite e passaggi radio di You're The Best Thing About Me

u2place-charts-grammy

Nel nostro forum gli U2 vengono studiati sotto ogni angolazione, anche quella del rendimento vendite e indice di gradimento radiofonico. E oramai ad un livello altissimo di competenza.
Gianluigi Cima e Fabrizio Lunelli hanno riassunto in questo articolo ogni ragionamento.

Gli U2 non hanno mai avuto le stimmate della band da singolo “acchiappa-classifiche”. Per intenderci, neppure nel pieno rigoglio della carriera. Se per un verso ciò ha costretto Bono&soci a sudare le proverbiali sette camicie prima che attorno ad un brano si coagulasse il massiccio consenso delle charts (negli Stati Uniti si dovette attendere With or Without You, apripista di quella pietra miliare che risponde al nome di The Joshua Tree, per issare una canzone al #1; nel Regno Unito fu necessario pazientare addirittura sino alla pubblicazione di Desire), per un altro verso ha affrancato gli U2 dall’ossessiva dipendenza dal classico “tormentone da radio”: i loro lavori, persino i meno acclamati, hanno sempre ottenuto un buon riscontro complessivo di vendite nel lungo periodo, con i tour che hanno sopperito a talune scelte di marketing non esattamente felici.

Quanto premesso non postula, beninteso, che il lancio di un singolo non condizioni – anche pesantemente – le sorti di un album. Tanto più dopo la rivoluzione del panorama musicale, dettata dall’avvento del download digitale prima e dello streaming poi.

Il 6 settembre il gruppo irlandese ha rilasciato You’re the Best Thing About Me, primo estratto dell’attesissimo Songs of Experience. Come sta andando? Quali sono i primi riscontri nelle classifiche? Il pezzo viene scaricato e trasmesso nelle radio? Gli ascolti in streaming sono buoni?

Prima di rispondere, s’impone una sintetica digressione. Dopo la delusione commerciale di Pop e la resurrezione battezzata da All That You Can’t Leave Behind, gli U2 hanno cercato, in controtendenza rispetto al passato, di anticipare gli album dando in pasto alle radio dei brani – talvolta avulsi dal contesto del disco – accattivanti e blanditori, contraddistinti da uno stereotipato The Edge, capace di arrotare alla bisogna riff aggressivi e martellanti. Vertigo, esempio paradigmatico, fu uno strepitoso successo (anche per via della fortunata partnership con “Apple”/”iTunes”) e determinò la… deflagrazione della “Bomba”; Get on Your Boots e The Miracle (of Joey Ramone), con la band tacciata di atteggiarsi artificiosamente ad epigona di se stessa, fallirono invece nell’intento, disattendendo le alte aspettative riposte.

You’re the Best Thing About Me, in questo senso, sembra, se non un’abiura, senza dubbio un moto di resipiscenza del quartetto irlandese. Diretto, solare, “pop” nell’accezione più ampia (e meno denigratoria) del termine, si presenta come un brano semplice e senza orpelli, contrassegnato da un ritornello gioioso che s’insinua cariogenamente nella testa dell’ascoltatore. Sebbene farà storcere il naso a coloro che sono tuttora tenacemente abbarbicati agli U2 più audaci e sfrontati, protagonisti della temperie sperimentale che innervò gli anni ’90, a nostro avviso si tratta del pezzo giusto al momento giusto.

È ancora prematuro emettere un giudizio perentorio sulle risultanze delle classifiche, soprattutto perché la campagna promozionale a supporto del pezzo è allo stato embrionale. Ma cerchiamo ugualmente di analizzare i dati a nostra disposizione.

DOWNLOAD DIGITALE (iTunes)

You’re the Best Thing About Me ha raggiunto la vetta della classifica di “iTunes” in Italia, Irlanda, Slovenia, Olanda, Spagna, Ungheria, Messico, Portogallo, Svezia, Repubblica Ceca, Lussemburgo, Perù, Brasile, Cile, issandosi al #2 in Belgio, Danimarca, Colombia e Norvegia, al #4 Francia, al #5 in Polonia, al #6 in Austria, al #11 negli Stati Uniti e al #15 nel Regno Unito.

Nella classifica di “iTunes” dei brani più scaricati in Europa ha raggiunto il #4 (da segnalare l’ingresso al #11 della versione remix ad opera del dj norvegese Kygo). Nell’omologa classifica mondiale, il singolo non è andato oltre il #6 (il remix ha esordito al #16).

Purtroppo non sono possibili comparazioni con i singoli di Songs of Innocence, considerato che dal disco sono state estratte tre tracce, ma solo a livello promozionale: le note The Miracle (of Joey Ramone), Every Breaking Wave e Song for Someone.

Per operare dei raffronti attendibili, occorre dunque muoversi più a ritroso.

Ordinary Love, seppur non annoverata in alcun album ufficiale, conseguì un ottimo riscontro commerciale tra la fine del 2013 e i primi mesi del 2014, raggiungendo il #48 nel Regno Unito, il #9 negli Stati Uniti ed il #1 in Italia. Debuttò al #17 nella classifica europea, salendo poi al #7. In quella mondiale si arrampicò fino al #10, dopo aver esordito al #29.

Invisible: si piazzò al #37 nel Regno Unito, al #45 negli Stati Uniti e al #3 in Italia. I risultati più che lusinghieri nella classifica europea (#3) ed in quella mondiale (#4) si spiegano invece con la data di rilascio del singolo (2 febbraio): un periodo tendenzialmente avaro di nuove uscite, che consentì alla canzone di albergare nei quartieri molto alti delle due charts.

You’re the Best Thing About Me, pertanto, su “ iTunes” si sta comportando meglio rispetto ad Invisible e sembra emulare il percorso (fortunato) di Ordinary Love.

A suffragio di quanto detto, uscendo dallo store multimediale di “Apple”, si consideri che negli Stati Uniti il brano ha esordito al #6 della “Rock Digital Songs Sales” (#41 nella “Digital Songs Sales”) quando erano stati computati due soli giorni di vendite. Risultato eccellente, se si dà un’occhiata al rendimento dei predecessori: Ordinary Love non andò oltre il #9, mentre Invisible si fermò al #11.

CLASSIFICHE SINGOLI

Nella “Billboard Hot 100” statunitense, classifica in cui l’airplay delle radio incide per il 30%-40%, le vendite per il 35%-45% e lo streaming per il 20%-30%, non si è ancora verificata l’attesa irruzione di You’re the Best Thing About Me: Ordinary Love salì fino al #84, mentre Invisible non riuscì a fare breccia nella top 100 (#108). Naturalmente, sarà impresa ardua pensare anche solo di lambire le posizioni raggiunte nella “Hot 100” da Beautiful Day (#21) e Vertigo (#31), quest’ultima, peraltro, frenata all’epoca del rilascio del singolo dal mancato conteggio dei download digitali nelle charts.

Nel Regno Unito, la canzone è entrata al #92 della “Official Charts Company”. La bassa posizione è dovuta all’influenza dello streaming e al rilascio del singolo nella giornata di mercoledì, così da sfruttare sapientemente la rotazione dei brani in programmazione nelle radio: il computo di due soli giorni di vendite non gli sono valsi l’ingresso in classifica nella prima settimana e ne hanno determinato un esordio nelle retrovie in quella successiva, quando logicamente si sono registrati numeri più fiacchi. Ordinary Love, comunque, fece poco meglio, arrivando al #82. Invisible, in virtù del periodo di pubblicazione favorevole, si spinse sino al #65.

Nel nostro paese, You’re the Best Thing About Me ha aperto al #96 (attualmente #84): a suo tempo, Ordinary Love conquistò la vetta della classifica dei singoli, mentre Invisible si fermò al #6. No, tranquilli, nessun tracollo di vendite in Italia. I risultati del download digitale stanno lì a testimoniarlo! Non vi abbiamo rassicurato? Allora leggete l’analisi sull’andamento nelle radio. Vi chiederete quale sia, dunque, il problema. La discrasia risiede nella rilevanza sempre più preponderante che lo streaming (v. paragrafo specifico), autentico tallone d’Achille degli U2 e degli altri veterani della musica, sta assumendo nelle classifiche di vendita, finendo inevitabilmente per inficiarne l’interpretazione. Senza indulgere in iperboli, si può affermare che oggi le charts riflettono sempre di più la popolarità tra le giovani(ssime) generazioni, votate maggiormente al consumo di musica che non all’acquisto, e sempre meno le unità complessivamente vendute di un brano o di un album.

A fini statistici, riportiamo l’esordio di You’re the Best Thing About Me negli altri paesi: Spagna #8, Ungheria #13, Belgio (Fiandre) #29, Belgio (Vallonia) #45, Francia #48, Scozia #54, Svizzera #60, Portogallo #64, Svezia #94, Irlanda #97.

YOUTUBE

Siamo arrivati a oltre 3 milioni di visualizzazioni, con un trend giornaliero medio di crescita che si attesta ad un livello di circa 160 mila unità per il mese di settembre: #40 tra i video degli U2 nella classifica capitanata da With or Without You, la canzone in assoluto più visualizzata del quartetto irlandese (254 milioni). Inoltre, nella valutazione globale, occorre tenere in debito conto che sinora è stato reso disponibile solo il “lyric video” associato al brano.

Sarà perciò interessante verificare se la band ricorrerà ad un videoclip ufficiale e, soprattutto, in che modo lo stesso verrà proposto. Il recente rilascio del video di The Blackout in diretta Facebook (30 agosto), ha generato un notevole buzz di interesse, con oltre 11 milioni di visualizzazioni in poco tempo ed il #1 nella Billboard’s Top Facebook Live Videos Chart per il mese di agosto 2017.

Come valutare l’andamento di You’re the Best Thing About Me su “YouTube”? Tre milioni di visualizzazioni costituiscono un dato positivo? Per snocciolare qualche termine di paragone, si noti che un singolo di successo come Ordinary Love ha ormai scollinato quota 41 milioni, Invisibile ha superato gli 11 milioni, mentre tra i singoli di Songs of Innocence spicca Every Breaking Wave, con quasi 15 milioni di visualizzazioni. Al riguardo, va rimarcato che il trend di crescita di Ordinary Love fu pari a 3,3 milioni nel 2013 (dal 22 novembre, giorno della pubblicazione, al 31 dicembre), per salire a 3,4 milioni nel gennaio 2014; Invisible toccò quota 2,4 milioni nel primo mese, ma poi declinò repentinamente a 1,2 milioni. Un po’ a sorpresa, il picco di visualizzazioni del nuovo singolo (485.000 rilevate il 6 settembre) è superiore a quello di Ordinary Love (218.000), ma inferiore ad Invisibile (ben 600.000). A tre settimane dalla pubblicazione di You’re the Best Thing About Me, in attesa del battage promozionale, dell’attecchimento dell’ottima versione remix di Kygo e dell’ulteriore esecuzione del nuovo brano nelle rimanenti tappe del The Joshua Tree Tour (esordio “live” ad Indianapolis il 10 settembre), possiamo dunque considerare più che soddisfacente la resa del singolo sotto il profilo delle visualizzazioni: la soglia di 4 milioni verrà infatti superata subito dopo la prima settimana di ottobre, proiettando il pezzo ai confini della top 30 degli U2.

STREAMING (Spotify)

È il segmento che sta ormai dominando il mercato discografico, avendo soppiantato persino le vendite digitali.

Era il marzo del 2016 quando la RIAA (“Recording Industry Association of America”) comunicava che i ricavi generati dai servizi di streaming come “Spotify”, “Apple Music” e “Pandora” rappresentavano il 34,3% dei ricavi totali dell’industria, sancendo il sorpasso ai danni del download di album e singoli.

Recentemente, anche la “Federazione dell’Industria Musicale Italiana” (FIMI), si è dovuta arrendere all’evidenza: e così, da luglio, la classifica ufficiale degli album più venduti in Italia tiene conto anche degli streaming, che nel nostro paese ha fatto registrare un incremento del 40% rispetto al 2015. La crescita dello streaming ha rappresentato una boccata d’ossigeno per il mercato discografico (comunque lontano dai fasti di un tempo), compensando l’inarrestabile declino di tutti gli altri formati. Unica eccezione, la reviviscenza del vecchio vinile che, pur occupando complessivamente una quota marginale del totale, sta compiendo passi in avanti da gigante. In Italia, ad esempio, si rileva una crescita nelle vendite del 330% rispetto al 2012. Si sta dunque consolidando un fenomeno impensabile sino a qualche lustro addietro: l’evoluzione nella fruizione della musica, con un mercato che pare aver abdicato, abbandonando progressivamente il concetto di “acquisto” per sposare quello di “consumo”. A farne le spese, gli artisti più attempati, persino dal passato glorioso come gli U2, costretti a pagare lo scotto di una carta d’identità non più verdissima: non potendo contare su centurie di giovani pronti ad arroventare le applicazioni che forniscono servizi di streaming, devono accontentarsi di occupare posizioni subalterne e di ripiego.

Ma torniamo a You’re the Best Thing About Me. Il dato più interessante che emerge con prepotenza da “Spotify”, è un incremento nell’ultimo mese di 3 milioni di ascoltatori, per un totale di 9,5 milioni, numero che vale alla band la posizione #155 nel mondo: a questo balzo hanno concorso la ripresa del The Joshua Tree Tour e, naturalmente, il lancio del primo singolo tratto da Songs of Experience, la cui uscita è prevista per dicembre.
Su “Spotify”, You’re the Best Thing About Me ha sinora accumulato 4,3 milioni di ascolti (2,3 milioni per la versione remix). Un bottino di tutto rispetto, che in principio si è rimpinguato ad un ritmo quasi isocronico di circa 250 mila ascoltatori al giorno. Certo, non si tratta di un numero capace di garantire al gruppo di stazionare stabilmente nella top 200, ma è sufficiente a levarsi qualche soddisfazione. Dopo aver esordito al #165 con 663,904 riproduzioni, grazie al contributo di paesi come Regno Unito (53k), Messico (42k), Spagna (33k), Svezia (30k), Olanda (26k), Australia (24k) e Canada (21k), il singolo è uscito di classifica. Da notare che ha comunque soggiornato al #7 nella “Viral Top 50 Spotify” ed al #9 nella “Viral Top 50 Spotify” italiana.

Per un giudizio fondato, dipaniamo come sempre qualche confronto con il passato: Ordinary Love, a tutt’oggi, è vicina alla soglia dei 41 milioni di ascolti, Invisible è ferma a 5,6 milioni, mentre per Songs of Innocence lo scettro se lo aggiudica Song for Someone, con poco meno di 30 milioni di riproduzioni. Subito dopo, Every Breaking Wave, appena sotto i 24 milioni. Get on Your Boots, apripista di No Line on the Horizon, si è arrestato a 4,7 milioni. In omaggio alla statistica, segnaliamo che il record per gli U2 è detenuto da With or Without You con 167 milioni di ascolti. A seguire, Beautiful Day con ben 123 milioni.

Al momento, dunque, i risultati correlati allo streaming possono definirsi sufficienti. Ma le potenzialità affinché il giudizio possa a breve tramutarsi in positivo ci sono tutte: 1) la release ufficiale del brano per le radio statunitensi (v. paragrafo successivo) è recentissima e risale al 12 settembre (per alcuni formati si è dovuto aspettare addirittura il 25 settembre); 2) la versione remix realizzata da un dj in voga come Kygo (più di 20 milioni di ascoltatori questo mese, con brani che possono vantare qualcosa come oltre 500 milioni di riproduzioni) potrà esercitare un effetto trainante notevole sul nuovo singolo; 3) una promozione organica ed articolata, eccezion fatta per la fugace ospitata da Jimmy Fallon, deve ancora iniziare. Non possiamo, quindi, che professarci ottimisti sul futuro del pezzo.

RADIO

Si parte dagli Stati Uniti d’America: alla ricerca del successo perduto.

Premessa funzionale. Sin dalle origini, gli U2 hanno avuto in testa la seguente equazione: sfondare in America significa… sfondare. L’attenzione rivolta dalla band al mercato americano è dunque, da sempre, molto alta e si è accentuata con l’inizio del nuovo millennio. Per questa ragione, anche l’analisi sull’andamento radiofonico del nuovo singolo non può che cominciare dagli Stati Uniti, con alcune, doverose e necessarie, “istruzioni per l’uso”.

La situazione radiofonica americana, infatti, si presenta assolutamente peculiare rispetto ad altre realtà per diversi motivi: in primis l’esistenza di molti format radiofonici diversi, cioè stazioni radio suddivise per generi musicali; in secondo luogo, negli States ancora oggi un artista viene classificato ed etichettato in un genere/contesto musicale (“rock”, “rock alternative” nel caso degli U2) e la promozione radiofonica inizia proprio dal/i format di riferimento (per gli U2: “Triple A”, “Active Rock”, “Alternative”: occorre, sul punto, considerare la decadenza ormai irrefrenabile dei formati collegati al rock, nonché la perdita progressiva di ascoltatori e stazioni radiofoniche). Se il brano inizia ad avere appeal e successo in tali format, si possono aprire le porte dei generi più popolari (sia come numero di stazioni che di ascoltatori potenziali), quali “Pop”, “Hot AC” (Hot Adult Contemporary) ed “AC” (Adult Contemporary), che, pur con sfumature diverse, vantano un bacino di potenziali ascoltatori di svariati milioni maggiore rispetto al format rock.

Ultimo, ma non ultimo, fattore: nonostante la prepotente ascesa dello streaming come canale privilegiato – soprattutto dalle nuove generazioni – per ascoltare musica, le radio americane (specie i grandi network) mantengono tuttora un importante ruolo per decretare il successo o meno di una canzone e, di conseguenza, di un artista. Sebbene negli Stati Uniti sia ancora in voga il dibattito sulla dipendenza (per alcuni una vera e propria soggezione) delle radio dalle case discografiche più influenti, è piuttosto agevole comprendere che essere benvoluti dai dj e trasmessi dalle stazioni radio di più format, significa avvicinare quanti più ascoltatori possibili: che altro non sono se non i potenziali acquirenti di album e singoli e, soprattutto, dei biglietti per i concerti.

Tanto premesso, veniamo all’andamento del nuovo singolo nelle radio americane. Un recente articolo a firma del giornalista-esperto Alan Cross (qui il link http://ajournalofmusicalthings.com/thoughts-ahead-wednesdays-release-new-u2-single-lost-opportunity), relativo al lancio radiofonico di You’re the Best Thing About Me negli Stati Uniti, contiene una riflessione assai cruda, ma sicuramente veritiera: “U2 knows that they’ve neglected radio over the last couple of albums…”.

Gli ultimi due album di studio della band (No Line on the Horizon e Songs of Innocence) non hanno portato, a livello di successo ed appeal radiofonico, nulla di minimamente paragonabile ai fasti di Beautiful Day e Vertigo, i due iconici “lead singles” degli U2 di inizio millennio.

Come già sopra analizzato relativamente ai comparti vendite e streaming, Get on Your Boots e The Miracle (of Joey Ramone) non hanno raggiunto l’impatto ed il successo dei predecessori: il discorso vale anche (ancor più?) sotto l’aspetto radiofonico.

 





















































BRANOPOPHOT AC/AC (Adult Pop)AAAROCKALTERNATIVEDANCETOP 40
Beautiful Day941 (record del format con 16 settimane)145119
Vertigo109131835
Get on Your Boots40-1265--
The Miracle (of Joey Ramone)--11222--

Una dissonanza balza subito all’occhio: a parte i consueti format radiofonici storicamente vicini alla band in ambito “Alternative” e “Rock”, i due ultimi apripista non sono riusciti ad impattare nei formati “Pop”/”Adult Pop”, quelli maggiormente ricchi di ascoltatori. Sono inoltre scomparsi velocemente dalle classifiche di vendita e, così facendo, non hanno trainato a dovere i rispettivi album, la cui resa commerciale è stata, seppur per ragioni diverse, inferiore alle attese.

Come sovvertire il trend? Già solo questa domanda presuppone che, nonostante l’età e il glorioso passato, la band intenda lavorare duramente per tentare l’ennesimo colpo di coda, anche nelle radio americane. Lo stesso Alan Cross, nel summenzionato articolo, prosegue nella disamina affermando che “…and are making a concerted effort to have hits in the old fashioned way”: gli U2 ed il loro team di promozione radio stanno prodigando sforzi concreti per riportare il gruppo ai fasti radiofonici dei “vecchi tempi”.

Il nuovo singolo è stato lanciato nelle radio americane mercoledì 6 settembre 2017: come abbiamo avuto modo di vedere, non si tratta di un giorno della settimana a caso. Il mercoledì-giovedì si tengono, usualmente, riunioni ed incontri nell’ambito dei quali i dj aggiornano le playlist della settimana anche in previsione della programmazione, il venerdì, delle nuove uscite: da alcuni anni, infatti, sia negli Stati Uniti che in gran parte degli altri paesi, il venerdì è il giorno deputato alla release di nuovo materiale (singoli, album, ecc.).

Appariranno chiari, a questo punto, i motivi che hanno indotto gli U2 a rilasciare il singolo di mercoledì: far sì che molte stazioni radio potessero avere, con due giorni d’anticipo, il brano per lanciarlo subito, come novità, in heavy rotation.

La scelta di un pezzo di matrice pop rock come You’re the Best Thing About Me (chi ha ascoltato in anteprima Songs of Experience, l’ha definita la canzone più pop dell’album!) è volta sicuramente a richiedere alle radio l’accesso a più format possibili.

Ciò ha sicuramente generato subito alcuni effetti positivi: in meno di venti giorni, top 10 nel format “Triple A”, top 30 in “Alternative”, top 50 in “Active Rock”, top 35 in “Hot AC” (anche se, ufficialmente, per tale formato la release ufficiale è avvenuta il 25 settembre). Non è tutto! Persino una stazione “Pop” (di El Paso, in Texas) ha da poco aggiunto la canzone nella propria playlist. Ad oggi, il brano è stato trasmesso 2222 volte nelle radio (i cosiddetti spins), per un totale di oltre 7 milioni e mezzo di potenziali ascoltatori.

Già ora, a tre settimane dal lancio, viaggiamo su cifre molto prossime a quelle complessivamente toccate dagli ultimi singoli della band. Benché l’inizio sia promettente, si consideri tuttavia che solo raggiungendo (almeno) la top 30 dei formati “AC” ed “Hot AC”, e aggiungendo altre stazioni “Pop” e “Dance” al proprio carnet (la release della versione remix con Kygo aiuterà e non poco in tal senso, dato che spesso gli artisti rilasciano mix diversi del medesimo brano a seconda del format!) per avvicinare la top 40 globale, si potrebbe parlare di un vero successo radiofonico.

L’Italia, l’Europa ed il Resto del Mondo: in attesa delle prossime mosse.

Per gli U2, l’Italia rappresenta da sempre un paese amico: un feudo di fan appassionati e caldi, sia nell’assistere ai concerti, sia nell’acquisto di musica. Lo dimostra anche il fatto che il nuovo singolo abbia raggiunto in sole due settimane la posizione #1 (settimana dal 15/9 al 21/9: fonte www.earone.it) tra le canzoni più trasmesse dalle radio italiane. Ennesimo, grande, successo per gli U2 e, permetteteci di dirlo, per i loro fan!

Non altrettanto fortunata appare la situazione nel resto del Vecchio Continente: salvo l’Irlanda, in cui il brano è attualmente il secondo più trasmesso, emblematico è infatti il caso britannico, dove solo ”BBC 2”, tra i canali radio principali, ha il pezzo in playlist (posizione più alta sinora: #3). In Germania troviamo la canzone al #78: allo stato attuale, senza alcuna promozione a livello europeo (unica eccezione, la Francia, posto che il 15 settembre è avvenuto il lancio della versione remix di You’re the Best Thing About Me con Kygo), sarebbe pretenzioso sperare di occupare posizioni lontane dalle retrovie.

Nel resto del mondo si è registrata una ottima partenza in Messico (#1 posizione tra le canzoni in lingua inglese) ed una discreta partenza in Australia (#29), ma gli scarni dati disponibili sui monitoraggi radio ultronei alla top 10 nei vari paesi, non consentono, purtroppo, una ricostruzione maggiormente puntigliosa.

Si può dunque concludere che, a ventuno giorni dalla pubblicazione, con la band impegnata nell’acclamato The Johua Tree Tour fino a poche ore fa (circostanza che ha pregiudicato una promozione del brano con tutti crismi imposti dagli ambiziosi obiettivi degli U2), i risultati sin qui conseguiti siano da considerarsi a tutti gli effetti più che discreti.

 

Gianluigi Cima (Illusion)

Fabrizio Lunelli (Tallarico)

Nel caso qualcun altro avesse voglia di divulgare l'articolo o parti contenuti in esso, chiediamo la cortesia e l'educazione di citare la fonte.

Scritta da: Staff il 26/09/2017

©U2place.com Fans Club 1999-2016 - Creato da Rudy Urbinati
La community online più famosa e più importante in Italia sugli U2

Tutti i contenuti di U2place possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre U2place.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.U2place.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di U2place.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a u2place@gmail.com. U2place non è responsabile dei contenuti dei siti in collegamento, della qualità o correttezza dei dati forniti da terzi. Si riserva pertanto la facoltà di rimuovere informazioni ritenute offensive o contrarie al buon costume. Eventuali segnalazioni possono essere inviate a u2place@gmail.com