©U2place.com

U2place.com... a place where the wind calls your name...

Social Network

Entra a far parte di U2place.com, unisciti ai nostri Social Network!

Il forum

Entra a far parte di U2place.com Forum! La più grande community U2 al mondo è italiana!
Iscriviti gratuitamente al nostro forum.

Speciali

Vieni a scoprire tutte le rubriche, gli "specials" e le coreografie che U2place negli anni ha seguito e ideato!

U2place Mobile


Segui U2place anche in mobilità!

L'esibizione degli U2 al MusiCares MAP Fund a New York

u2-musicares-new-york

Questa notte gli U2 si sono esibiti a New York all'evento organizzato da MusiCares Map Fund per onorare la premiazione di Adam Clayton (vedi articolo precedente).

Gli U2 hanno suonato

01. Stuck In A Moment You Can't Get Out Of
02. Vertigo
03. I Will Follow

Di seguito i video e le foto dell'evento.







u2-musicares-new-york

u2-musicares-new-york

u2-musicares-new-york

Scritta da: Staff il 27/06/2017

U2JtTour2017, Boston, setlist, foto e nostro racconto del concerto

gillette_stadium

Setlist

01. Sunday Bloody Sunday
02. New Year's Day
03. Bad
04. Pride (In The Name Of Love)
05. Where The Streets Have No Name
06. I Still Haven't Found What I'm Looking For
07. With or without you
08. Bullet The Blue Sky
09. Running to stand still
10. Red Hill Mining Town
11. In God's Country
12. Trip Through Your Wires
13. One Tree Hill
14. Exit
15. Mothers of the disappeared
encores
16. Miss Sarajevo
17. Beautiful day
18. Elevation
19. Vertigo
20. Ultra Violet (Light My Way)
21. One
22. The Little Things That Give You Away

Ore 03:08 l'intro dei Waterboys lascia spazio alla nostra band che ci accoglie subito con un grande classico della loro lunga carriera. Sunday bloody sunday è il pezzo d'apertura di questo Joshua Tree Tour per una partenza guidata dalla potenza di Larry Mullen Jr! Si continua con la classe di New Year's day, con quel basso che ci suona dentro, oggi come 30 anni fa! Bono si ferma un momento per ringraziare Boston e poi si riparte con tutta la forza di Bad! La "very rare" Bad è ormai una fantastica conferma, sera dopo sera! Un inno che si leva dal pubblico e che noi conosciamo bene! Pride (in the name of love) conclude la prima serie di monumenti U2 e con il suo messaggio più profondo ci accompagna in questa nottata americana!

cerilli

(Photo by cerilli)

Lo spirito del dottor King ci porta fino a sua maestà Where the streets have no name! Luminosa come sempre, ogni volta lo stesso dirompente impatto che ci commuove! Siamo tutti a Boston, con il pubblico che piange e canta a squarciagola questo capolavoro della storia della musica! E' il turno di I still haven't found what I'm looking for, altro materpiece di The Joshua Tree! I have spoke with the tongue of angels I have held the hand of a devil. It was warm in the night I was cold as a stone! Bastano le prime note di With or without you per far risalire in superficie sensazioni lontane, emozioni che non potremo mai dimenticare. Classe U2 ai massimi livelli!


aaronsdotson

(Photo by @aaronsdotson)

Bullet the blue sky è come sempre un pugno nello stomaco che ci lascia senza fiato! Con la sua forza ci atterra e non ci dà la possibilità di rialzarci! Questo è il sound della nostra band!! Edge monumentale! Un Bono particolarmente carico intona poi i fragili versi di Running to stand still. We're still running! Il ritorno tanto atteso di Red Hill Mining Town è un ulteriore dono per tutti i fan che la sognavano! Welcome to side 2 e parte In God's country! Everyday the dreamers die to see what's on the other side. She is Liberty and she comes to rescue me! Sembra quasi impossibile la presenza di certe chicche in scaletta!! Con il pensiero ovviamente rivolto ai concerti romani in arrivo...


cerilli-2

(Photo by cerilli)

Bono si lancia in continui monologhi stasera, si vede che ha voglia di interagire con il pubblico del Gillette Stadium!! E' il momento di Trip through your wires, con il pubblico che segue la band con grande coinvolgimento! Un pensiero va a Greg Carroll e comincia One Tree Hill. I'll see you again when the stars fall from the sky and the moon has turned red over One Tree Hill! Arriva Exit con Bono in versione Shadow man che ci fa drammaticamente toccare con mano il lato oscuro del Joshua Tree! Che capolavoro! Un pezzo che dal vivo risulta davvero eccezionale!! La testimonianza silenziosa delle madres ci accompagna sulle note di Mothers of the disappeared, pezzo che chiude il set principale. "Thank you for listening to The Joshua Tree album. Thank you for giving us a great life!"

u2

(Photo by U2.com)

Breve pausa per riprendere fiato e si riparte con Miss Sarajevo con il suo invito a non chiudere gli occhi sulla tragedia siriana. La voce del maestro Pavarotti accompagna Bono su questo pezzo delicato e commuovente! Si cambia poi totalmente registro e arriva Beautiful day! Il pubblico si esalta come sempre su questo grande successo degli anno 2000! Snippet di Dream On in onore degli Aerosmith, band che si è formata proprio a Boston! Si prosegue veloci con l'energia di Elevation e di Vertigo! Più che un encore, è una scarica di adrenalina!!


u2-2

(Photo by U2.com)

Dopo questa tripletta targata anni 2000, si torna indietro per trovare uno spazio per celebrare anche Achtung Baby! E' il momento di Ultra Violet (Light my way), pezzo che ci regala un altro esempio della grandezza U2! Quanto talento cari fan! Come se fosse necessario, per ribadire questo concetto con ancora più forza gli U2 regalano al pubblico One, altro capolavoro stellare! Tutti in piedi signori! Bono ci ricorda che "We have a new album coming" e ci offre The Little Things That Give You Away che ritorna in scaletta dopo aver saltato vari show! Graditissimo ritorno! Finisce così, con uno sguardo sul futuro prossimo della nostra band, il concerto di Boston! Band veramente carica stasera! E i concerti europei si avvicinano!

Buon tour a tutti, cari fan!

bethandbono-2

(Photo by @bethandbono)

atu2comsherry

(Photo by @atu2comsherry)

aaronsdotson-2

(Photo by @aaronsdotson)

bethandbono

(Photo by @bethandbono)

consygirl99

(Photo by consygirl99)

jreineron7

(Photo by @jreineron7)

bethandbono-3

(Photo by @bethandbono)

Aggiornamenti precedenti e altre info

Gli U2 atterrano in Massachusetts, e più precisamente al Gillette Stadium di Boston, per una nuova data di questo fantastico tour. Si entra nell'ultima settimana di questa prima leg tutta americana del Joshua Tree Tour 2017 e questo significa che a breve la nostra band attraverserà l'Oceano Atlantico per arrivare qui in Europa. Tenetevi pronti cari fan! L'attesa è quasi terminata.

Seguite con noi in diretta il concerto di Boston, tramite i nostri canali Facebook, Twitter e sul nostro forum a questo link

Vi terremo aggiornati sui vari streaming man mano che arriveranno:

http://mixlr.com/u2brothr/
https://www.pscp.tv/w/1YpKknzMldYxj?q=u2
https://www.pscp.tv/w/1OwGWAVDBXAxQ?q=u2+boston
https://www.pscp.tv/w/1ynKOjBmbpVxR?q=u2
https://www.pscp.tv/w/1MnxnalWPyOJO

Scritta da: Staff il 26/06/2017

U2JtTour 2017, Toronto, setlist e foto del concerto

Rogers Centre - Toronto

1. Sunday Bloody Sunday
2. New Year's Day
3. Bad / Suzanne (Leonard Cohen) (snippet) / Hallelujah (snippet)
4. Pride (In The Name Of Love)
5. Where The Streets Have No Name
6. I Still Haven't Found What I'm Looking For
7. With Or Without You
8. Bullet The Blue Sky / Black Dog (snippet) / America (West Side Story) (snippet)
9. Running To Stand Still
10. Red Hill Mining Town
11. In God's Country
12. Trip Through Your Wires
13. One Tree Hill
14. Exit / Wise Blood (snippet) / Eeny Meeny Miny Moe (snippet)
15. Mothers Of The Disappeared
16. Miss Sarajevo
17. Beautiful Day / O Canada (snippet)
18. Elevation
19. Vertigo / It's Only Rock 'n' Roll (But I Like It) (snippet)
20. Ultra Violet (Light My Way)
21. One / Hear Us Coming (snippet)
22. I Will Follow

BoutrosTO
(Photo @boutrosto)

musicartlit
(Photo @musicartlit)

mackaycartoons
(Photo @mackaycartoons)

dankanter
(Photo @dankanter)

akurjata
(Photo @akurjata)

drkvellani
(Photo @drkvellani)

janecstevenson
(Photo @janecstevenson)

musicartlit
(Photo @musicartlit)

hockeynut_76
(Photo @hockeynut_76)

sj85_85
(Photo @sj85_85)

burrman12
(Photo @burrman12)

Scritta da: Staff il 24/06/2017

Il Joshua Tree Tour 2017 terminerà il 22 ottobre in Brasile

img_3545

U2.com ha appena annunciato la terza e ultima data del Joshua Tree Tour 2017 a San Paolo del Brasile il 22 ottobre 2017.

Sarà anche l'ultima data del Tour iniziato il 12 maggio scorso a Vancouver.

I biglietti verranno messi in vendita il 29 giugno prossimo e avranno prezzi tra i 35$ e i 75$ dollari per il prato.

Per gli iscritti al fan club le prevendite partiranno sabato 24 alle ore 10 locali (luogo dell'evento) e termineranno domenica 25 alle ore 17 locali

Scritta da: Staff il 23/06/2017

U2JtTour 2017, Washington, setlist e foto del concerto

 

dhallphoto

E' da poco terminato il concerto del Joshua Tree Tour a Washington DC, ecco le canzoni suonate

Sunday Bloody Sunday
New Year's Day
Bad / America (snippet)
Pride (In The Name Of Love)
Where The Streets Have No Name
I Still Haven't Found What I'm Looking For
With Or Without You
Bullet The Blue Sky / Black Dog (snippet) / America (West Side Story) (snippet)
Running To Stand Still
Red Hill Mining Town
In God's Country
Trip Through Your Wires
One Tree Hill
Exit / Wise Blood (snippet) / Eeny Meeny Miny Moe (snippet)
Mothers Of The Disappeared

encore(s):
Miss Sarajevo / The New Colossus (snippet)
Beautiful Day / America (Prince song) (snippet)
Elevation
Ultra Violet (Light My Way)
One / Hear Us Coming (snippet)
Vertigo

Il riassunto della serata

Oggi gli U2 si sono esibiti a Washington DC, alla Landover Arena (che in realtà si trova nel Maryland). E' stata la quarta volta per gli U2 in quest'area dopo il College Park del 25 aprile 1983 e due volte alla Landover Area (l'8 aprile 1985 e il 29 settembre 2009). Gli altri due concerti in Maryland sono stati a Baltimora.

Durante il soundcheck giornaliero i tecnici hanno provato versioni strumentali di New Year's Day, Streets e Mysterious Ways.

All'inizio di Bad Bono ha parlato brevemente del recente scontro a fuoco ad Alexandria, in Virginia e ha espresso gratitudine al membro del congresso Steve Scalise. Bono ha dedicato I Still Haven't Found al cardinale Theodore McCarrick di Washington e One Tree Hill a Emma Oxford, vedova di Michael Elliot, ex CEO della One Campaign scomparso a luglio scorso.

Ultra Violet è tornata in scaletta al posto di Mysterious Ways. E i brani durante l'encore sono cambiati di ordine. Beautiful Day è stata suonata dopo Miss Sarajevo con un nuovo video intro per il World Refugee Day con Kennedy e Regan. Ci sono state alcune difficoltà tecniche all'inizio di One.

Lo show è terminato in modo strano, Bono ha portato uno spettatore sul palco alla fine di Vertigo e per un attimo è sembrato che la band volesse suonare un'altra canzone (portando così a 22 i brani). In realtà alla fine non è successo niente e il concerto è terminato con un ultimo assolo di Larry alla batteria.

I racconti durante la giornata.

Un giorno si, un giorno no, un giorno si, un giorno no e stanotte è il giorno SI!
Gli U2 sul palco dal Fedex Field di Washington, sold out e serata con aspettative, in una delle città dove la storia è longeva ed è datata secondo concerto nella storia di Washington, 7 dicembre 1980, ne abbiamo parlato in modo approfondito nell'articolo U2 Live dal Bayou di Washington DC, da cui estraiamo:

Siamo nel 1980, il 20 ottobre è uscito il primo album BOY, e dopo parecchie esibizioni di grande successo in Irlanda e UK, gli U2 decidono di volare negli USA per gettare i semi nel mercato discografico più grande del mondo. La struttura organizzativa della band per farsi conoscere nella patria del rock&roll viene studiata da Frank Barsalona che fissa un mini tour nella East Coast, per iniziare un rapporto con i primi fan americani, sfruttando il sudore e la rabbia emozionale che scaturivano dai primi concerti in UK e che sarebbero stati la medicina anche negli States.
Suonarono il primo live negli States il 6 Dicembre al Ritz di New York e tra persone che andavano e venivano con il drink e che di sfuggita lanciavano sguardi verso lo stage, Barsalona si accorse di aver scritturato dei vincenti, quando alla fine il critico pubblico newyorkese applaudì la band.
Il giorno dopo, il 7 Dicembre, suonarono con gli Slickee Boys al Bayou Club, a Washington DC: di fronte avevano 200 spettatori.

La scaletta fu la seguente: 11 O’Clock tick tock, An Cat Dubh, Into the heart, Another Time Another Place, The Cry, The Electric Co.. Things to make and Do, Twilight, I will follow, 11 O’clock tick tock (bis), Out of control

Il Bayou (1977)

Assolutamente fantastica la recensione di Harry Sumrall al Washington Post, del secondo live in città, nel marzo del 1981:

Adesso dimenticatevi gli altri. Ricordatevi degli U2. La band di Dublino si è esibita ieri sera al Bayou e l’immagine della new wave che ha questa città potrebbe non essere più la stessa. Travolgendo i il pubblico con assoli di chitarra brucianti e nervosi e con una voce resa echeggiante da effetti elettronici, gli U2 hanno aggiunto alla loro perfornance un senso di raffinatezza dui cui si è sentita la mancanza nel rock da un po’ di tempo. Hanno smussato gli angoli ruvidi del punk senza per questo dover rinunciare alla loro potenza ed esuberanza. Armonie cool, tocchi di una dinamica sottile e melodie intricate e quasi dissonanti combinate insieme per produrre un sound allo stesso tempo illuminante ed emozionante. “Stories for Boys” è un tour de force compositivo, con incalzanti corde in chiave minore ed un testo suggestivo in contrasto con un ritmo martellante ed una linea di basso pulsante.


Forza Fan! Stanotte oltre ai Lumineers, torna anche il Joshua Tree Tour, alle ore 3.00 circa, se vuoi potrai seguire la diretta in compagnia di U2place, altrimenti di prima mattina aggiorneremo articolo con setlist e foto della serata



u2-dc-756x425

Scritta da: Staff il 21/06/2017

Gli U2 aggiungono una nuova data a Phoenix, Arizona

img_3500

Da oggi su U2.com compare una data aggiunta, #Phoenix 19 settembre, all'incredibile #UOPX University Of Phoenix Stadium.
Gli U2 portano il Joshua Tree Tour ancora una volta in Arizona, a poche miglia da Tempe, dove è iniziato e terminato il Tour nel 1987.

img_3499

 

Scritta da: Staff il 20/06/2017

U2JtTour 2017, Philadelphia, setlist e foto del concerto

cattura

Il ritmo è altissimo, un concerto ogni due giorni. Oggi è il turno di Philadelphia, ventesimo concerto in città. La storia è iniziata già nel Boy Tour, con due concerti al Bijou Cafè, poi una data dell'October Tour, doppietta nell'Unforgettable Fire Tour e nel Joshua Tree Tour del 1987. Bruce Springsteen a suonare Stand By Me la seconda di queste.
Addirittura tre serate nello Zoo e nell'Elevation Tour e ben 4 concerti nel Vertigo Tour. L'ultimo di questi ha avuto ancora Bruce ospite sul palco a cantare People Get Ready con gli U2.

L'ultima esibizione in città è del 14 luglio 2011, durante il viatico finale del gigantesco 360 tour terminato a Moncton.

Ancora One Republic band di supporto e quando gli U2 saliranno sul palco saranno le 3 di notte in Italia, domani sarà un durissimo lunedì lavorativo, ma noi ci saremo, come sempre con le nostre dirette.

Ecco le canzoni suonate questa notte a Philadelhia

Sunday Bloody Sunday
New Year's Day
Bad / America (snippet)
Pride (In The Name Of Love)
Where The Streets Have No Name
I Still Haven't Found What I'm Looking For
With Or Without You
Bullet The Blue Sky / Black Dog (snippet) / America (West Side Story) (snippet)
Running To Stand Still
Red Hill Mining Town
In God's Country
Trip Through Your Wires
One Tree Hill
Exit / Wise Blood (snippet) / Eeny Meeny Miny Moe (snippet)
Mothers Of The Disappeared

encore(s):
Miss Sarajevo / The New Colossus (snippet)
Mysterious Ways / Elevation (snippet)
One
Beautiful Day / Philadelphia Freedom (snippet)
Elevation
Vertigo

Resoconto della serata
Durante il giorno gli U2 hanno provato durante il soundcheck Mysterious Ways, per cinque volte. La canzone è stata provata con l'assolo completo come non avveniva dal 2006 per il Vertigo Tour. E' stata provata con lo sfondo sul megaschermo delle icone delle donne come Ultraviolet.

Lo show ha visto di fatto il debutto di Mysterious Ways, assente da un live dal 7 dicembre 2015 e anche nella versione finale è stata eseguita con l'assolo completo.

La scaletta non è di fatto cambiata rispetto alle ultime tre date a parte l'inserimento di Mysterious Ways. Si tratta di fatto per la prima volta per gli U2 aver suonato quattro volte di fila la stessa setlist (dal 18 al 25 ottobre 2009 l'ultima volta).

One Tree Hill è stata dedicata al tour manager Dennis Sheehan scomparso a fine maggio 2015 e sua moglie era presente nel pubblico. Prima del brano Bono ha citato un'altra persona nel pubblico, Michael Coppel, promoter per gli U2 in Australia e Nuova Zelanda. Questo può dare speranze ai fan di quelle nazioni per un ritorno degli U2 nel 2018.



derecuth3
Photo @derecuth3

derekcuth2
Photo @derecuth3

derekcuth
Photo @derecuth

heynow85
Photo @heynow85

patmcgoff
Photo @patmcgoff

Scritta da: Staff il 19/06/2017

U2JtTour2017, Louisville, setlist, foto e nostro racconto del concerto

cattura

Louisville, Papa John's Cardinal Stadium - foto di Melissa Chipman

SETLIST AGGIORNAMENTO IN DIRETTA:

01. Sunday Bloody Sunday
02. New Year's Day
03. Bad
04. Pride
05. Where The Streets Have No Name
06. I Still Haven't Found What I'm Looking For
07. With Or Without You
08. Bullet The Blue Sky
09. Running To Stand Still
10. Red Hill Mining Town
11. In God's Country
12. Trip Through Your Wires
13. One Tree Hill
14. Exit
15. Mothers Of The Disappeared
encore(s)
16. Miss Sarajevo
17. Ultraviolet
18. One
19. Beautiful Day
20. Elevation
21. Vertigo

 

Ore 3.02, band sul palco per l'inizio del concerto, tutto buio, stage B. Sunday Bloody Sunday. Rompe gli indugi e l'urlo di Paul lancia la tastiera di Edge, New Year's Day risuona. All Is Quite on New Year's Day, ma anche qui da noi, a queste ore è tutto molto calmo. Quell'urlo Under A Blood Red Sky, accompagnato dai suoni acidi di Edge, è sempre evocativo ed ogni volta che sentiamo il ritornello, ci tornano in mente vecchi momenti.
E' un pezzo veramente uduico nel midollo, l'esaltazione delle fondamenta della nostra anima uduica.

Oggi siamo sull'onda nostalgica, arriva anche un altro grande pilastro di quelle fondamenta, stavolta tocca a Bad, siamo nella nostra quotidianità. Questo inizio di setlist è una raffica, è Pride ad inserirsi poderosa in cuffia.
One boy washed up on an empty beach, one boy never to be kissed.

1

tweet di Dr CCBM

1

Il pezzo si spegne sui cori della venue, la band si ferma ed iniziano i brividi dell'intro di Where The Streets Have No Name, l'inizio di quel travolgente viaggio che abbiamo intrapreso trent'anni fa e che continua e continua infinito. Proprio oggi sono usciti i dati di vendita delle charts mondiali, il nostro Joshua è ancora in classifica, 62mila pezzi venduti, nono posto in classifica, non male per un album che attraversa due generazioni di fan.
Accendini e smartphone accesi per un momento molto suggestivo che i presenti regalano. Streets intro lunga e finale lunghissimo, dolcemente deciso da Edge e ovazione dai presenti. Siamo e saremo sempre orgogliosi di questo pezzo.

cattura

foto di Scott Hayes, durante With Or Without You, viene invitata sul palco una fan, per la prima volta in questo tour.

I Still Haven't Found What I'm Looking For, band in palla ma ci sembra di sentire in particolare Edge, ma questo è il suo album. Si continua nella raffica con With Or Without You, hit di tutto l'anno di grazia 1987.
Bullet, fortissimamente Bullet The Blue Sky, anche Black Dog dei Led Zeppelin snippet a sorpresa. Grandiosi U2, la sinfonia è al massimo, stato di ipnosi quasi collettiva.

1

FANTASTICO! Scendiamo su questa terra e ci coccoliamo tra le note di Running To Stand Still, i see seven towers but i only see one way out. L'armonica di Paul ci accompagna fino alla fine della canzone quando i nostri menestrelli aggiungono alla mitragliata, la numero 6 di Joshua, al secolo Red Hill Mining Town e la numero 7, In God's Country.
Trip Through Your Wires, 
a seguire, come da leggendario manuale.

Il prossimo pezzo è dedicato a Greg Carrol, come tutto Joshua Tree, è il momento di One Tree Hill, uno dei momenti più belli del concerto, solito grandioso Edge accompagnato da un ritmato Larry e dal solito diesel Adam.
Signori pezzi di sound U2 come se piovesse, la nostra anima di fan.

Exit verso il finale del disco, favolosa ed imperatrice, qui impazziamo per Larry.
Il Joshua Time volge al termine sulle note evocative di Mothers Of The Disappeared, quindi segue una pausa di circa 2 minuti.

Ore 4.26, band nuovamente sul palco, è il momento di Miss Sarajevo, delicata e struggente, con quelle immagini sullo schermo. Quando irrompe Lucianone Pavarotti, il nostro orgoglio italico è ai massimi livelli:
Dici che il fiume
Trova la via al mare
E come il fiume
Giungerai a me
Oltre i confini
E le terre assetate
Dici che come il fiume
Come il fiume...
L'amore giungerà
L'amore...
E non so più pregare
E nell'amore non so più sperare
E quell'amore non so più aspettare

cattura

Ultraviolet, prima strofa cantata identica da Paul. Dedicata a tutte le donne come sempre, ma in particolare a Jo Cox, ad un anno dal suo assassinio

cattura

tweet Perlees_Betsy

Tocca a One e subito dopo a Beautiful Day, Bono invoca la beautiful night. Pubblico scatenato, che viene allietato da Elevation, the goal is soul.
Ore 4.57, di botto, nemmeno un secondo di pausa e si va su some spanish lesson e uno, dos, tres, catorze Vertigo! Sullo schermo la grafica di Vertigo Bis, 2005.

Termina così il concerto di Louisville, il secondo in tutta la storia degli U2 in città. Il precedente era di marzo 1982, October Tour.
E' sabato mattina, U2place augura un buonissimo week end a tutti i fan, Roma - 28gg!

 

Prima del concerto:
16 giugno: è il giorno del compleanno di Paul McGuinness, classe 1951.
Nel 2009 lo stesso giorno, gli U2 sbarcano a Barcellona e per due settimane provano i pezzi che li avrebbero caratterizzati in giro per il mondo, nel lunghissimo e gigantesto 360Tour.
Otto anni dopo siamo invece nell'attesa del quattordicesimo concerto del Joshua Tree Tour, celebrativo dell'infinito album che quest'anno compie trent'anni.
Tutto pronto al Papa John's Cardinal Stadium ed anche noi di U2place ci accodiamo alla lunga lista di fan che avranno voglia di sentire in diretta il concerto.
E' un venerdì sera estivo. Uscite, divertitevi ma attrezzatevi di un paio di birrette fresche, l'appuntamento è alle tre di questa notte. Vi aggiorneremo con i link audio per ascoltare interamente il concerto.

u2_745x420_osf

Scritta da: Staff il 16/06/2017

Il Joshua Tree Tour 2017 ha incassato $62 milioni nel primo mese

u2-joshua-tree-tour-2017-a-billboard-1548

Il Joshua Tree Tour 2017 è già cominciato da oltre un mese con la prima data a Vancouver il 12 maggio scorso e già arrivano le prime statistiche sugli incassi delle date.

Secondo Billboard il Joshua Tree Tour ha già guadagnato 62 milioni di dollari nel primo mese di vita. Nella classifica dei tour multimilionari che Billboard ogni tanto pubblica il Joshua Tree Tour spicca al primo posto grazie ai risultati pubblicati da Live Nation.

I biglietti totali venduti per le prime dieci date sono stati 519.648 e tutte le prime dieci date sono andate sold-out.

Nella prima data di Vancouver del 12 maggio ci sono stati 45.436 spettatori al BC Place Stadium. La città che ha incassato di più è stata Los Angeles (al Rosebowl di Pasadena) che con le due date del 20 e del 21 maggio ha incassato 15.7 milioni di dollari per un totale di 123.164 spettatori. Nel 2009 gli U2 avevano suonato per il 360°Tour sempre al Rosebowl una sola data per un totale di 97.014 fan.

Anche le due date di Chicago sono state importanti per le statistiche, il 3 e 4 giugno al Soldier Field gli U2 hanno incassato 13.4 milioni di dollari per un totale di 105.078 spettatori.

 

Il Joshua Tree Tour continuerà ancora in Nord America fino all'1 luglio con la data di Cleveland e poi arriverà in Europa l'8 di luglio con la prima europea di Londra.

Ecco alcune statistiche (thanks to Illusion del nostro forum)

1 U2, The Lumineers Rose Bowl Pasadena, Calif. May 20-21, 2017 $15,784,565 123,164
2 U2, The Lumineers Soldier Field Chicago, Ill. June 3-4, 2017 $13,435,925 105,078
3 U2, Mumford & Sons Levi's Stadium Santa Clara, Calif. May 17, 2017 $6,268,805 50,072
5 U2, Mumford & Sons CenturyLink Field Seattle, Wash. May 14, 2017 $6,249,670 57,009
6 U2, The Lumineers AT&T Stadium Arlington, Texas May 26, 2017 $6,044,330 49,807
7 U2, The Lumineers NRG Stadium Houston, Texas May 24, 2017 $5,889,005 47,669
8 U2, Mumford & Sons BC Place Stadium Vancouver, British Columbia May 12, 2017 $4,321,731 45,436
9 U2, The Lumineers Heinz Field Pittsburgh, Pa. June 7, 2017 $4,273,920 41,413

Fonte: billboard.com

 

Scritta da: Staff il 16/06/2017

Adam Clayton riceverà il premio di Musicares

adam-clayton-musicares

Il prossimo 26 giugno 2017 il nostro Adam Clayton verrà premiato a New York con il premio "Ray Vaughan Award" per il suo continuo supporto e dedizione alla fondazione MusiCares. Altri artisti della serata saranno Jack Garratt, i The Lumineers e Macy Gray con Cat Deelay come conduttore della serata.

MusicCares è una fondazione promossa da Grammy.

"Adam è un eroe per i fan ed è un artista universalmente riconosciuto", ha detto Neil Portnow presidente e CEO della Recording Academy and MusiCares.
"MusiCares si occupa di un'attività fondamentale per aiutare le persone più in difficoltà nel nostro mondo dell'industria discografica", ha aggiunto Adam.

Per maggiori informazioni.
Per acquistare i biglietti.

Scritta da: Staff il 15/06/2017

U2JtTour2017 Tampa, setlist e foto del concerto

ocalabull

Ancora in Florida, stanotte gli U2 hanno suonato al Raymond James Stadium, la struttura costruita al posto del vecchio Big Sombrero, lo stadio che ha accolto la nostra band in precedenza (Tampa & U2)
Questa la setlist del concerto, celebrativo del trentennale di Joshua Tree:

1. Sunday Bloody Sunday
2. New Year's Day
3. Bad / America (snippet)
4. Pride (In The Name Of Love)
5. Where The Streets Have No Name / California (There Is No End To Love) (snippet)
6. I Still Haven't Found What I'm Looking For
7. With Or Without You
8. Bullet The Blue Sky
9. Running To Stand Still
10. Red Hill Mining Town
11. In God's Country
12. Trip Through Your Wires
13. One Tree Hill
14. Exit / Wise Blood (snippet) / Eeny Meeny Miny Moe (snippet)
15. Mothers Of The Disappeared
16. Miss Sarajevo / The New Colossus (snippet)
17. Ultra Violet (Light My Way)
18. One
19. Beautiful Day / Singin' In The Rain (snippet)
20. Elevation
21. Vertigo

rtejadanyc
(Photo @rtejadanyc)

tampafirerescue
(Photo @tampafirerescue)

justicewithlove
(Photo @justicewithlove)

kristiegal
(Photo @kristiegal)

tbtimes_photo
(Photo @tbtimes_photo)

harrykantas
(Photo @harrykantas)

harrykantas
(Photo @harrykantas)

harrykantas
(Photo @harrykantas)

harrykantas
(Photo @harrykantas)

harrykantas
(Photo @harrykantas)

Scritta da: Staff il 15/06/2017

Ecco come sta cambiando la security e l'accesso ai concerti degli U2 (e non solo)

u2-security-chicago

Purtroppo siamo vivendo anni in cui non è più possibile definirsi al sicuro da attentati e attacchi terroristici in nessuna nostra azione quotidiana, che sia un concerto o una semplice passeggiata in un centro storico o una serata tra amici in un pub.

Eppure come stiamo vedendo in queste settimane anche nei recenti tristi episodi di Manchester la vita continua e deve continuare e l'unica cosa che possiamo fare è tutelarci il più possibile proprio e soprattutto nei momenti che dovrebbero essere solo di puro divertimento come un concerto.

Molti fan degli U2 a luglio gireranno l'Europa anche in città che nelle ultime settimane (o mesi) sono stato teatro di atroci notizie: Londra, Parigi, Bruxelles, Berlino ed è giusto che le forze dell'ordine e gli organizzatori degli eventi cerchino il più possibile di tutelare gli spettatori per fargli vivere una serata senza pensieri di questo tipo.

Nelle scorso settimane già nei concerti americani del The Joshua Tree tour sono cambiate alcune regole per l'ingresso negli stadi: niente zaini o borse grandi, macchine fotografiche tipo reflex o altro tipo di materiale ingombrante... addirittura niente selfie-stick etc. etc.

Stiamo notando che anche nei recenti concerti dei Depeche Mode in Germania o dei Coldplay sono state messe in atto regole più restrittive, così come per i concerti in Italia di Vasco Rossi o dei Radiohead.

A Dublino, inoltre, è notizia di ieri che verranno impiegate anche speciali forze armate per controllare anche i dintorni dello stadio proprio per evitare che nell'afflusso o nel deflusso degli spettatori possano esserci problemi durante lo show degli U2 a luglio.

Ecco alcune delle regole che negli ultimi giorno stanno avvisando gli spettatori dei vari concerti sulle nuove norme che verranno applicate?

Cosa ne pensate? Siete favorevoli all'intensificazione dei controlli? O pensate che il problema vada risolto diversamente?

Un elenco dei divieti di quello che non si può fare al concerto dei Radiohead a Firenze

ALL'INTERNO DELL'IMPIANTO E' VIETATO:

  • Introdurre VALIGIE, TROLLEY, BORSE e ZAINI – piú grandi di 10lt.

  • Introdurre BOMBOLETTE SPRAY (antizanzare, deodoranti, creme solari, etc.)

  • Introdurre TROMBETTE DA STADIO

  • Introdurre o detenere ARMI, MATERIALE ESPLOSIVO, ARTIVIZI PIROTECNICI, FUMOGENI, RAZZI DI SEGNALAZIONE, PIETRE, COLTELLI o ALTRI OGGETTI da PUNTA o TAGLIO;

  • Introdurre CATENE;

  • Introdurre bevande alcooliche di qualsiasi gradazione;

  • Introdurre o detenere SOSTANZE STUPEFACENTI, VELENI, SOSTANZE NOCIVE, MATERIALE INFIAMMABILE;

  • Accedere e trattenersi in stato di ebrezza o sotto l'effetto di sostanze stupefacenti;

  • Introdurre o vendere all'interno dell'impianto bevande contenute in LATTINE, BOTTIGLIE DI VETRO, BORRACCE DI METALLO o BOTTIGLIE DI PLASTICA;

  • Introdurre ANIMALI DI QUALSIASI GENERE E TAGLIA;

  • Introdurre BASTONI PER SELFIE e TREPPIEDI;

  • Introdurre OMBRELLI e ASTE;

  • Introdurre STRUMENTI MUSICALI;

  • Introdurre PENNE e PUNTATORI LASER;

  • Introdurre DRONI e AEREOPLANI TELECOMANDATI;

  • Introdurre APPARECCHIATURE PER LA REGISTRAZIONE AUDIO/VIDEO;

  • Introdurre MACCHINE FOTOGRAFICHE PROFESSIONALI e SEMIPROFESSIONALI;

  • Introdurre VIDEOCAMERE, GOPRO, IPAD e TABLET;

  • Introdurre BICICLETTE, SKATEBOARD, PATTINI e OVERBOARD;

  • Introdurre TENDE e SACCHI A PELO;

  • Introdurre TUTTI GLI ALTRI OGGETTI ATTI AD OFFENDERE;

  • Esporre materiale che ostacoli la visibilità agli altri spettatori o che interferisca con la segnaletica di emergenza o che, comunque, sia di ostacolo alle vie di fuga verso le uscite;

  • Svolgere qualsiasi genere di attività commerciale che non sia stata preventivamente autorizzata, per iscritto, dalla società organizzatrice dell'evento;

  • Porre in essere atti aggressivi nei confronti del personale addetto al controllo;

  • Danneggiare o manomettere in qualsiasi modo strutture, infrastrutture e servizi dell'impianto;

  • Arrampicarsi su balaustre, parapetti, divisori ed altre strutture non destinate alla permanenza del pubblico;

  • Stazionare su percorsi di accesso e di esodo e su ogni altra via di fuga.

Scritta da: Staff il 14/06/2017

Tampa & U2

tpa_01

Ancora in Florida, dopo Miami è il turno di Tampa, da non confondersi con Tempe, in Arizona. Clima subtropicale, temperature d'estate sui 35 gradi, molto umido, una zona del mondo che accoglie oltre 300mila cittadini. Sono già 10 i concerti in città. Mai una doppietta, ma gli U2 sono passati in quasi tutti i Tour.

La storia inizia il 3 maggio 1981 all'End Zone in città, solo 11 pezzi, ma suonati alla grande, The Ocean, 11 O'Clock Tick Tock, I Will Follow, I Fall Down, An Cat Dubh / Into The Heart, Another Place Another Time, The Cry / Electric Co., Stories For Boys, Boy-Girl, Out Of Control e I Will Follow.
Era la quarta leg del Boy Tour e già proponevano I Fall Down.

pc07575

foto Florida Memory

Pochi mesi dopo scatta il ritorno a Tampa, al Curtis Hixon Convention Hall, sold out e quasi 8mila fan che pagarono 6$ il biglietto d'ingresso. Era l'October Tour, ancora 11 pezzi, tra cui Gloria, I Fall Down, I Threw A Brick Through A Window e Rejoice del loro secondo album.
Stesso posto il 22 giugno 1983 per il War Tour, gli Alarm band di supporto. La setlist si allunga, 16 pezzi con sei direttamente da War, New Year's Day, Seconds, Sunday Bloody Sunday, Surrender, Two Hearts Beat As One e 40, che chiuse anche la serata.
Quasi 11mila fan il 2 maggio 1985, Unforgettable Fire Tour al Sun Dome, con i Red Rockers band di supporto. La setlist si arricchisce di perle come A Sort Of Homecoming, Wire, Bad, Mlk, Pride e Unforgettable Fire.

cattura

Quasi 60mila fan assiepavano il Tampa Stadium o Big Sombrero per la sua forma. Era il 5 dicembre 1987, ultimo mese del Joshua Tree Tour, Los Lobos in apertura e setlist da urlo: Where The Streets Have No Name, I Will Follow, Trip Through Your Wires, I Still Haven't Found, One Tree Hill, Gloria, Sunday Bloody Sunday, Exit, In God's Country, People Get Ready, Bad, October, New Year's Day, Pride, encore(s), Bullet, Running, With Or Without You, Spanish Eyes e 40.
Rileggiamola ancora.
Oltre 40mila erano invece i fan per la terza leg dello ZooTv, il 10 ottobre 1992. Serata piovosa e caratterizzata dall'ospitata di un ragazzo, al quale gli U2 concedono interamente il palco per suonare un suo pezzo. Sei minuti che costarono il taglio di I Still Haven't Found e Stand By Me.

Sempre nella stessa venue, diventata nel frattempo Houlihan's Stadium, l'11 ottobre 1997, PopMart Tour. Questi i pezzi suonati del nuovo album: Discoteque, Gone, Velvet Dress, Last Night On Earth, Mofo, Plese, Staring At The Sun e Wake Up Dead Man,

ice-palace-tampa-bay-lighting

Il prossimo passaggio in città è il 1 dicembre 2001, ponultimo concerto dell'Elevation Tour che si chiuderà l'indomani a Miami. 16mila fans, sold out e Garbage band in apertura. Elevation, Beautiful Day, Stuck In A Moment, Kite, New York e Walk On i pezzi suonati dell'ultimo album.
Quest'ultima chiuse il concerto.

Il 16 novembre 2005, Vertigo Tour, sono al St. Pete Times Forum, proprio il giorno del Tributo a Johnny Cash con la visione nelle Tv americane, del video di The Wanderer registrato qualche giorno prima durante i soundcheck a Los Angeles.

L'ultimo live da ricordare a Tempe risale al 9 ottobre 2009, seconda leg del 360 Tour, quando il Claw viene montato al Raymond James Stadium, costruito sulle fondamenta del Big Sombrero. I Muse furono band di supporto e questa la setlist completa: Breathe, Boots, Mysterious Ways, Beautiful Day, I Still Haven't Found, Stuck In A Moment, No Line On The Horizon, Magnificent, Elevation, Until The End Of The World, City Of Blinding Lights, Vertigo, Crazy, Sunday, MLK, Walk On, encore(s), One, Where The Streets Have No Name, Ultraviolet, With Or Without You, Moment Of Surrender.

Tutto pronto a Tampa per l'undicesimo atto tra gli U2 e la città, si torna per celebrare il trentennale del Joshua Tree Tour, ancora qualche biglietto disponibile. Joshua Tree è un album infinito, proprio ieri è uscita la prima classifica delle vendite e lo possiamo trovare ancora nelle prime posizioni. Incredibile!
Top 200 album sales
U2|JOSHUA TREE (8) 22730 1403 2100 1371 17856 04228422982

u2_sgor_twitter_800x320_static_0_1483972886

fonti, mitico Pimm e varie ricerche web

Scritta da: Staff il 14/06/2017

Gli U2 aggiungono una data a New Orleans il 14 settembre 2017

anthimou

A seguito dell'annuncio della settimana scorsa del ritorno degli U2 in Nord America (e sud America in ottobre), gli U2 annunciano oggi il ritorno nella splendida New Orleans il 14 settembre prossimo.

I biglietti verranno messi in vendita con la solita modalità:

prima le prevendite per gli iscritti al fanclub u2.com dalle ore 10 di domani 13 giugno fino a giovedì 15 giugno alle ore 17 (locali). Ci sarà un limite di 4 biglietti a testa e un massimo di 6 per la vendita generale che comincerà dalle ore 10.00 di venerdì 16 giugno con prezzi che partono dai 35$ e i general admission dai 75$.

 

Scritta da: Staff il 12/06/2017

Qual è la canzone di apertura del Joshua Tree Tour 2017?

houston9Photo by U2place


Attenzione contiene spoiler
Ogni data del Joshua Tree Tour 2017, come ogni tour degli U2, ha la sua canzone d'apertura. Nel 360° Tour eravamo abituati all'intro di David Bowie con 'Space Oddity' e nell'i+e Tour invece era Patty Smith con 'People Have The Power'.

Quest'anno gli U2 hanno scelto un brano semisconosciuto a molti, 'A Rainy Night in Soho' dei The Pogues. Il brano è contenuto nell'EP Poguetry in Motion del 1986 prodotto da Elvis Costello.

I The Pogues sono nati a Londra nel 1982 e tra le loro caratteristiche c'è un mix di punk rock con musica celtica folk e soprattutto erano conosciuto per essere una band di grandi bevitori di birra. Nel 1987 avevano conosciuto gli U2 (probabilmente in una delle loro serate alcoliche) e la band aveva invitato i The Pogues ad aprire cinque concerti degli U2 per il Joshua Tree Tour 1987: Wembley Stadium di Londra il 13 giugno 1987, Dublino, Parigi, Edimburgo e New York.

"Erano tranquilli e gentili" ricorda il musicista Jem Finer riguardo agli U2, "Adam era quello più divertente, non dico che gli altri non lo vossero, ma lui era proprio un compagno di uscite". Finer era affascinato dalla strumentazione di The Edge, "Volevo provare il mio banjo  con i suoi (di The Edge) 1001 effetti".

In due diverse occasioni Bono ha cantato uno snippet di 'A Rainy Night in Soho' durante Beautiful Day. In una prima occasione durante un evento promo per la BBC nell'autunno del 2000 quando la band era in giro a promuovere 'All That You Can't Leave Behind'. Ed il secondo snippet fu in occasione di una performance quattro mesi più tardi all'Astoria Theatre di Londra.

Durante il Joshua Tree Tour del 1987 gli U2 erano soliti aprire con 'Stand by me' in versione cover di John Lennon, 'All You Need Is Love' dei The Beatles mentre al termine dei concerti veniva suonata 'Rowena's Theme' di Clannada assieme alla parte strumentale di The Edge.



Articolo originale: diffuser.fm

Scritta da: Staff il 12/06/2017

U2jtTour 2017, Miami, foto e setlist della serata in Florida

tumblr_orevlaotgj1sllh2yo1_540
Photo @bethandbono

 

Questa notte gli U2 hanno suonato a Miami per il primo dei due show previsti in Florida (il prossimo sarà a Tampa). E' la loro 39esima esibizione nello stato americano. E' stata la quarta volta per gli U2 all'Hard Rock Stadium anche se nelle tre volte precedenti aveva un nome differente.
Da segnalare il ritorno di Bad in scaletta dopo l'assenza la Bonnaroo Festival. The Edge ha avuto problemi con la chitarra durante Pride ed è dovuto scendere dal palco per risolvere i problemi mentre il resto della band ha coperto l'assenza continuando a suonare. Miss Sarajevo ha aperto l'encore set ed è tornata in scaletta anche lei dopo l'assenza al Bonnaroo. Vertigo invece è rimasta in scaletta dopo la prima apparizione proprio al festival di Bonnaroo. Sul finale di Vertigo Bono ha citato Miami (la canzone) canticchiando "Miami, my mammi", creando di fatto il primo snippet di Pop durante questo tour. Assenti ancora I Will Follow e The Little Things That Give You Away (il nuovo pezzo).

Ecco i brani suonati oggi:

Sunday Bloody Sunday
New Year's Day
Bad / America (snippet)
Pride (In The Name Of Love)
Where The Streets Have No Name
I Still Haven't Found What I'm Looking For
With Or Without You
Bullet The Blue Sky
Running To Stand Still
Red Hill Mining Town
In God's Country
Trip Through Your Wires
One Tree Hill
Exit / Wise Blood (snippet) / Eeny Meeny Miny Moe (snippet)
Mothers Of The Disappeared

encore(s):
Miss Sarajevo / The New Colossus (snippet)
Ultra Violet (Light My Way)
One
Beautiful Day
Elevation
Vertigo / Miami (snippet)

Alcune foto della serata, credits sotto la foto

drkoman
Photo @drkomanduri

u2start
Photo u2start

bethandbono
Photo @bethandbono

Scritta da: Staff il 12/06/2017

Gli U2 a Bonnaroo escono dalla loro "comfort zone" e trionfano ancora

Douglas Mason/Getty Images Entertainment
Photo Douglas Mason/Getty Images Entertainment


Ad un certo punto, verso la fine di ogni concerto, Bono ringrazia umilmente la folla dicendo: "grazie per averci dato una vita stupenda". Questa volta, al Bonnaroo, Bono ha invece ringraziato i presenti dicendo "grazie per essere usciti dalle vostre tende e campers e averci regalato una notte che mai e poi mai dimenticheremo!". Ha inoltre scherzato dicendo: "Che cosa fantastica è Bonnaroo".

Anche se in questo momento il "Joshua Tree Tour 2017" sta girando per i vari stadi americani (e a luglio in Europa), Bonnaroo ha rappresentato una sfida unica per la band: un folla sterminata di spettatori nati tra gli anni ottanta e novanta che probabilmente non erano nemmeno nati quando nel 1987 gli U2 giravano gli stadi per il Joshua Tree Tour di 30 anni fa. Un pubblico che principalmente ora ama la EDM e l'hip-hop.

Gli U2 hanno adattato il loro show al palco "What Stage" del Bonnaroo e ha fatto sembrare la serata quasi un incontro più intimo e riservato rispetto agli show che in queste settimane ci siamo abituati a vedere e sentire. In realtà era come un termometro per misurare e testare la reale potenza di un famoso show degli U2.

Gli U2 hanno cominciato lo show con sei tra i loro pezzi più famosi degli anni 80: "Sunday Bloody Sunday," "New Year's Day," "Pride (In the Name of Love)" e le prime tre canzoni di Joshua Tree. Bono è apparso nervoso i primi trenta minuti dello show. Quella tensione e la successiva liberazione ha reso la prima parte veramente emozionante. Non accade spesso infatti di vedere Bono intimidito dalla folla e questa è una band (gli U2) che è sempre al meglio quando deve dimostrare qualcosa.

 

Jeff Kravitz/FilmMagic
Photo Jeff Kravitz/FilmMagic


Alla metà circa del concerto, Bono stava evocando Nick Cave dopo il fantasma di Donald Trump, con una rabbia misteriosa ed omicida. Ha urlato alla folla di tenere le mani in alto durante una dura e feroce Exit e ha finalmente notato uno scoppio di entusiasmo nel pubblico.

I momenti più intensi delle ultime canzoni sono ancora vivi, come l'appassionato discorso di Bono per le cause dei diritti umani e l'intensa One finale che è apparsa vigorosa e fresca nel contesto di Bonnaroo.
Gli U2 hanno suonato brani rari come "Red Hill Mining Town" e "Trip Through Your Wires", e sono stati tra i momenti più belli della serata. In alcuni momenti la folla si è lasciare andare anche ad uno spettacolo di luci creato con gli smartphone durante One Tree Hill dedicata alla figlia di Chris Cornell, Lili Cornell. Bono ha detto: "Suo padre ha avuto un cuore meraviglioso".

Bono ha concluso "Mothers Of the Disappeared" dicendo: "Grazie per aver ascoltato The Joshua Tree". L'ha detto ad una folla di ragazzini che hanno trasformato "Beautiful Day" nel momento "Born to Run" dell'evento.

Set list:
"Sunday Bloody Sunday"
"New Year's Day"
"Pride (In the Name of Love)"
"Where the Streets Have No Name"
"I Still Haven't Found What I'm Looking For"
"With or Without You"
"Bullet the Blue Sky"
"Running to Stand Still"
"Red Hill Mining Town"
"In God's Country"
"Trip Through Your Wires"
"One Tree Hill"
"Exit"
"Mothers of the Disappeared"
"Beautiful Day"
"Elevation"
"Vertigo"
"Ultra Violet (Light My Way)"
"One"

Traduzione dell'articolo di Rollingstones.com: U2 Steps Out of Comfort Zone for Bonnaroo Headlining Set, Still Triumphs.

 

Scritta da: Staff il 11/06/2017

Miami & U2

Panoramic view of the downtown Miami skyline, Florida, USA.

Il Joshua Tree Tour lambisce le coste est degli Usa, concedendo orari umani anche a noi europei. Tocca a Miami, città di oltre 400mila abitanti ma oltre 5 milioni con l'area metropolitana. Siamo in Florida, clima quasi tropicale, estati torride e piovose e inverni miti, sui 25 gradi. Gli U2 hanno suonato in città già 9 volte, la storia inizia il 23 giugno 1983, War Tour, al Sunrise Musical Theater con gli Alarm band di supporto. Di questo concerto in rete si trovano commenti da parte dei presenti, che trasudano ancora entusiasmo.

orange16_bottom

Il 3 dicembre 1987 lo stop in città è per il leggendario Joshua Tree Tour, terza leg e viatico verso la conclusione di Tempe. Oltre 50mila presenti all'ormai demolito stadio Orange Bowl e ovvio sold out per questa breve setlist: Where The Streets Have No Name, I Will Follow, Trip Through Your Wires, I Still Haven't Found, One Tree Hill, Gloria, Sunday Bloody Sunday, Exit, In God's Country, People Get Ready, Bad, October, New Year's Day, Pride. bis: Bullet The Blue Sky, Running To Stand Still, With Or Without You, 40.

Altro concerto molto breve, circa 1h e 45m, il 1 marzo 1992 prima leg dello ZooTV, alla Miami Arena. 15mila fan e The Pixies band di supporto. E' il primo concerto dove si esibisce la ballerina con Bono durante Mysterious Ways.
Love is Blindness chiude il concerto.
Ancora ZooTV, il 3 ottobre 1992, stavolta al Joe Robbie Stadium, oltre 45mila fan per una grande serata terminata con questi encore(s) Desire, With Or Without You, Love Is Blindness e Can't Help Falling In Love.

sun-life-stadium_2_3540

Si torna sulla costa lambita dalla Baia di Biscayne per il PopMart Tour, stavolta al Pro Player Stadium il 14 novembre 1997, Smash Mouth band di supporto e quasi sold out. Miami, my Miami, give us a kiss, canta Bono per una serata con condizioni climatica avverse. Questa la setlist completa: Mofo, I Will Follow, Gone, Even Better Than The Real Thing, Last Night On Earth, Until The End Of The World, New Year's Day, Pride, I Still, All I Want Is You, Staring At The Sun, Sunday Bloody Sunday, Miami, Bullet The Blue Sky, Please, Where The Streets Have No Name, bis: Discoteque, If You Wear That Velvet Dress, With Or Without You, Hold Me Thrill Me Kiss Me Kill Me, Mysterious Ways, One, Wake Up Dead Man.
gli U2 suonano per l'ultima volta Miami.

img_0963

American Airlines Arena, Miami - foto U2place 2005

American Airlines Arena per i prossimi tre concerti in città. Il primo il 2 dicembre 2001, serata nella quale si abbassa il sipario sull'Elevation Tour. Ultimissima proposizione di Please e di New York ed in setlist presente anche una rarissima In God's Country.
Gli encore(s) di quella sera furono: Bullet The Blue Sky, What's Going On, New York, One, My Sweet Lord e Walk On / 40.
Prima del concerto Larry è salito sul palco a suonare Only Happy When It Rains con i Garbage che erano opener.

Stessa venue per la doppietta del 13 e 14 novembre 2005, Vertigo Tour. Sold Out ed Institute band di supporto. La prima sera termina con 40, la seconda sera stravolti completamente di encore(s), termia con Bad e snippet di People Have The Power. Corsi e ricordi classici, nella favolosa storia degli U2.

Ultimo concerto in città il 29 giugno 2011, nell'ultima leg del mastodontico 360 Tour. Il Claw viene montato al Sun Life Stadium, stessa struttura del PopMart Tour. Oltre 72mila presenti e addirittura Florence And The Machine band di supporto.

Domani sera si torna in città, ancora qualche biglietto disponibile su ticketmaster, sarà fantastico e per noi più comodo visto l'orario probabile di inizio del concerto, quando da noi in Italia saranno circa le 2.00 del mattino. Un bel dritto con U2place per godere del concerto assieme.

dscn6441-ellisse

dscn6383-lapoe

dscn6374-sometimes

dscn6376-sometimes

Alcune foto di Rudy - U2place, presente alla doppietta di novembre 2005, Vertigo Tour

Fonti, mitico Pimm e varie ricerche web

Scritta da: Staff il 11/06/2017

U2 Joshua Tree Tour: Beck sarà la special guest in Nord America

beck


U2.com ha appena annuciato che la special guest del Joshua Tree Tour che tornerà in USA a settembre sarà Beck.

Ecclettico e versatile, Beck ha anche vinto un Grammy come miglior album dell'anno nel 2015 con Morning Phase.

Ecco le date in cui aprirà gli show degli U2

3-Sept. Detroit - Ford Field
5-Sept. Buffalo - New Era Field
8-Sept. Minneapolis - US Bank Stadium
10-Sept. Indianapolis – Lucas Oil Stadium
12-Sept. Kansas City – Arrowhead Stadium
16-Sept. St. Louis – Dome at America’s Center
22-Sept. San Diego – Qualcomm Stadium

Scritta da: Staff il 10/06/2017

U2, la Siae vince il ricorso contro il secondary ticketing sugli U2 a Roma

u2place8

Lo scorso 17 gennaio la SIAE ha presentato un ricorso in tribunale contro il "secondary ticketing" proprio in occasione della vendita dei biglietti per i concerti degli U2 a Roma il 15 e 16 luglio prossimo.

Oggi arriva la sentenza emessa dal Tribunale civile di Roma che inibisce a Live Nation, Seatwave e Viagogo l'ulteriore vendita diretta o indiretta sul mercato secondario dei biglietti del concerto degli U2. La penale in caso di ulteriore vendita è fissata a 2.000 euro per ogni ulteriore biglietto venduto.

Viene riconosciuto a favore di Siae il rimborso delle spese legali.

La Siae, annuncia il direttore generale Gaetano Blandini, "Continuerà a combattere in tutte le sedi il mercato secondario, attività riconosciuta anche dalla magistratura come gravemente lesiva dei diritti patrimoniali degli autori, dei diritti dei consumatori e degli interessi dell'erario".

Fonte: Ansa.it

Scritta da: Staff il 09/06/2017

©U2place.com Fans Club 1999-2016 - Creato da Rudy Urbinati
La community online più famosa e più importante in Italia sugli U2

Tutti i contenuti di U2place possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre U2place.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.U2place.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di U2place.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a u2place@gmail.com. U2place non è responsabile dei contenuti dei siti in collegamento, della qualità o correttezza dei dati forniti da terzi. Si riserva pertanto la facoltà di rimuovere informazioni ritenute offensive o contrarie al buon costume. Eventuali segnalazioni possono essere inviate a u2place@gmail.com